Il Tirreno

Montecatini

l’emergenza coronavirus 

In tanti senza prenotazione Vaccini continui al Palaterme

Simona Peselli
In tanti senza prenotazione Vaccini continui al Palaterme

Dal 17 maggio somministrate 75mila dosi, quattro volte gli abitanti di Montecatini Tacconi (Protezione civile): «La gente ha risposto bene, ottima organizzazione» 

31 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Simona Peselli

MONTECATINI. Vaccinate quattro città di Montecatini. Al Palaterme fino ad oggi sono state somministrate circa 75 mila dosi. Ma non finisce qui, perché il centro vaccinale andrà avanti fino al 30 settembre. Open day con dosi libere per chi si presenta. E servizio sempre aperto dalle 7, 30 del mattino alle 19, 30 tutti i giorni anche per chi invece ha già fissato il proprio turno. Fila numerosa dal momento che ci si poteva vaccinare senza alcuna prenotazione al centro vaccinale del Palaterme. Una ulteriore possibilità per tutti quelli che ancora non l’hanno ancora fatto soprattutto in vista delle ultimissime restrizioni previste in mancanza del Green pass. A due settimane dall’inizio della scuola soprattutto studenti e professori, ma anche il sanitario medico hanno avuto l’opportunità offerta dalla struttura montecatinese. Non si sono verificate file né assembramenti.

Il centro vaccinale di Montecatini, inaugurato dal presidente della Regione Eugenio Giani dal 17 maggio al 17 luglio aveva inoculato circa 35 mila vaccini rispettando la quota media di 580 vaccini al giorno. Un massiccio lavoro dell’azienda sanitaria e del personale impiegato, dipendente e volontario.

«L’obbiettivo e il risultato importante è stato raggiunto – conferma Luca Tacconi, consigliere con delega alla Protezione civile –. Davanti a noi finalmente l’apertura di una strada di ritorno alla normalità».

Più vaccini meno contagi. Auspico che quest’inverno grazie a questi vaccini magari sia possibile avere una vita normale – spiega Luca Tacconi – non come lo scorso anno che siamo tornati ad affrontare il lockdown. I vaccini sono essenziali per uscire dalla pandemia». Era stato proprio Giani da Montecatini ad auspicare a un risultato di “tutti vaccinati in Toscana entro fine estate”. «L’immunità di gregge – prosegue Taccoini– tiene conto di un margine di non vaccinati. ma non dovrebbe influire sui risultati. Dobbiamo aspettare il ministero per avere dati più certi. I cittadini della Valdinievole hanno risposto molto bene alla chiamata. La popolazione ha collaborato». Encomiabile ancora una volta la squadra operativa dell centro montecatinese. «Da un punto di vista organizzativo – dice Tacconi – posso solo confermare la capacità e la qualità di mandare avanti questa programmazione. Asl e protezione civile hanno fatto un lavoro eccellente. Ma il cuore e il braccio di tutto. Ringrazio il volontariato per il lavoro grosso e di qualità che hanno svolto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Cibo e pericoli

Cereali ritirati dai supermercati italiani: si rischia di soffocare

Cinema in Toscana