Il Tirreno

Tagliavanti (Camera di Commercio di Roma): "L'Ai Act va monitorato, ma orgogliosi per primo provvedimento in Ue"

09 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 8 feb. (Adnkronos) - "Tutte le nostre imprese stanno lavorando direttamente o indirettamente con l'intelligenza artificiale. C'è stata un rapidità con cui è entrata nella nostra società che ne dimostra la sua potenza. L'Italia è un paese intermedio dal punto di vista delle tecnologie, le scelte più importanti ora si fanno negli Usa e in India ma noi non possiamo passare il tempo a sapere cosa accade lì e subirne le conseguenze, è importante che gli europei abbiano un polo in grado di controllare, non è un caso che proprio l'Europa ha fatto il primo provvedimento in tal senso. Se sarà efficace? Lo dovremmo monitorare, però dobbiamo essere orgogliosi che l'Europa sia stata la prima grande area ad aver fatto questo provvedimento. E non è un caso, perché in Ue la dimensione culturale, sociale ed umana ha grande peso". Così, riferendosi all'Ai Act, Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma, in occasione dell'evento a Roma organizzato insieme a Maker Faire Rome, dal titolo 'Governare l'Intelligenza Artificiale - Dove siamo, dove dobbiamo arrivare'.
Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative