Il Tirreno

A tavola con noi
Eventi di gusto

Chianina e Syrah, che mix: a Cortona esperienze toscane doc

di Claudio Mollo
Chianina e Syrah, che mix: a Cortona esperienze toscane doc

Tanti i nomi del giornalismo specializzato che sono intervenuti alla presentazione ufficiale dell’edizione 2024

21 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Oltre 40 cantine in degustazione, 35 stand gastronomici, tre masterclass sui vini, tre serate di gala tra chef stellati e chef emergenti, 5 talk e masterclass di cucina e tanti eventi pensati anche per i più piccoli. Questi i numeri dell’edizione 2024 di Chianina & Syrah, il festival del buon vivere a Cortona. I migliori produttori, tantissimi chef e un vero e proprio fiume di appassionati di enogastronomia hanno riempito gli spazi del festival e le strade di Cortona per assaggiare dal vivo le eccellenze della Val di Chiana con i suoi vini e i suoi allevamenti di pregio.

La manifestazione che valorizza la carne Chianina e il vino Syrah si è tenuta al Centro Convegni di Sant’Agostino, con l’anteprima dei Syrah italiani e stranieri, il nutrito programma di show cooking e nella parte centrale del chiostro, le grandi griglie di “Chianina Experience”, con la Nazionale Italiana Macellai ed i macellai del territorio, che hanno accompagnato i visitatori nelle degustazioni di quinto quarto, dei bolliti di Chianina e cotto ad arte sulla brace le famose bistecche. «La nostra intenzione è dare vita a Festival dedicati al bello e al buono della nostra terra, la Valdichiana e di riflesso a tutta la Toscana – dichiara Vittorio Camorri, creatore, insieme a Stefano Amerighi di Chianina & Syrah – una celebrazione dedicata a chiunque creda nella bellezza di questo animale e nella qualità di questo vino».

Tanti i nomi del giornalismo specializzato che sono intervenuti alla presentazione ufficiale dell’edizione 2024 e che poi hanno guidato masterclass e talk, come Giampaolo Gravina, Marco Lombardi, Leonardo Romanelli e Divina Vitale. «Una manifestazione che anno dopo anno cresce e si afferma nel panorama nazionale come un unicum -– spiega Stefano Amerighi, presidente della Cortona Doc – non avremmo mai pensato di riuscire ad unire cosi bene e in perfetta armonia le migliori espressioni di Syrah italiane e francesi e il famoso gigante bianco. E secondo me, siamo solo all’inizio di un cammino che porterà Chianina e Syrah a diventare un festival unico ed esclusivo per la promozione del Syrah a livello internazionale».

I tre giorni di eventi si sono conclusi con altrettante Serate di Gala, nell’affascinante Teatro Signorelli di Cortona, per accogliere comodamente centinaia di ospiti, alloggiati anche nei palchi laterali, fino al tutto il secondo piano. Autori dei menu previsti per ciascuna serata, chef provenienti da tutta Italia, con una nutrita presenza toscana, rappresentata da: Silvia Baracchi e Richard Titi, Mirko Marcelli, Alessandro Ferrarini e Luca Landi per le Stelle Michelin, mentre tra gli emergenti troviamo nomi come: Maria Probst, Emiliano Rossi, Juri Zanobini, Adriano Civitillo, Fabio Simpatia, Giuseppe Lo Presti, Matteo Donati, Catia Ciofo, Chef Shady, Ilaria Salvadori e la pasticciera Loretta Fanella. Tra gli artisti dei prodotti di eccellenza, sempre toscani, il macellaio Simone Fracassi e i gelatieri Gianfrancesco Cutelli di Pisa, Cinzia Otri di Firenze e Stefano Cecconi di Arezzo.La serata dell’11, invece, era stata dedicata al festeggiamento della carriera del già direttore della Guida Rossa Michelin “Fausto Arrighi” e del suo nuovissimo libro, “Al Ristorante come a Teatro”.


 

Primo piano
Il commento audio

Morte di Mattia Giani, il direttore del Tirreno alla partita della vergogna: «Una crudele idiozia»

La ricostruzione

Travolto e ucciso in bici dal camion in fuga: chi era Carlo Carrai, pisano morto in Calabria

di Sabrina Chiellini