Il Tirreno

Pontedera

Sos sicurezza

Cascina, crociata contro i furti nelle scuole: installati allarmi e telecamere

Cascina, crociata contro i furti nelle scuole: installati allarmi e telecamere<br type="_moz" />

L’amministrazione ha investito quasi 90mila euro nei vari edifici. Queste gli istituti che hanno beneficiato dell’intervento

28 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cascina Tutte le scuole comunali sono state dotate di impianti di allarme all’avanguardia, con sirene interne ed esterne e fotocamere in grado di immortalare chi si introduce negli ambienti scolastici una volta allarmata la struttura. L’amministrazione ha investito 88mila euro per aumentare la sicurezza negli edifici scolastici dei tre istituti comprensivi del territorio. Anche il magazzino comunale è stato dotato di un adeguato impianto di allarme.

Queste le scuole che hanno beneficiato dell’intervento: infanzia Gianburrasca, nido L’Aquilone, infanzia Il Girotondo, primaria San Giovanni Bosco, primaria Galilei, infanzia Il Panda, secondaria di primo grado Pascoli, primaria Ciari, infanzia Rodari, infanzia Cipolli, primaria Dante Alighieri, primaria Pascoli, infanzia Montessori, secondaria di primo grado Duca d’Aosta, primaria San Francesco d’Assisi, primaria Collodi, infanzia Deledda, infanzia Favilla, primaria Giovanni XXIII, primaria Don Gnocchi vecchio e nuovo, primaria Fucini. In ogni edificio è stato installato un determinato numero di sensori volumetrici con telecamera.

La disposizione e quantità varia a seconda del sito, della struttura architettonica e di eventuali esigenze e non certo per ultimo il controllo delle aree di passaggio obbligato o maggior valore concentrato (sala computer, lavagna multimediale, attrezzature con valore economico rilevante) . Sono state posizionate inoltre la sirena esterna e quella interna, e nei casi di edifici su più piani o particolarmente grandi sono state messe almeno 2 sirene interne. La tastiera sarà utilizzata per la gestione dell’impianto, completamente gestibile anche da smartphone. Lo scopo previsto dal sistema riguarda la prevenzione e protezione da intrusioni, furti e atti vandalici all’interno delle scuole, con segnalazione remota a figure preposte per vigilanza e intervento e alle forze dell’ordine.

Il sistema permette la supervisione del sistema con segnalazioni per interventi tecnici. La soluzione prescelta riguarda l’utilizzo di una centrale che permette, oltre alla gestione dei sensori di sicurezza, anche l’utilizzo di altri sensori, come rilevazione fumo, allagamenti, monossido di carbonio. Con questa soluzione, oltre alla risposta immediata del sistema in caso di intrusione, i sensori interessati invieranno 3 o 5 fotogrammi al personale predisposto al controllo.l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La storia

«Aiuto, sto per partorire in casa»: la paura e il lieto fine grazie alla corsa dei volontari di Livorno

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative