Il Tirreno

Versilia

il personaggio 

Campionessa a 13 anni Quando Bebe Vio fu premiata a Viareggio

Roy Lepore
Campionessa a 13 anni Quando Bebe Vio fu premiata a Viareggio

Nel 2010 il riconoscimento al Principe di Piemonte Due anni prima era stata colpita dalla meningite

31 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





viareggio.Era una ragazzina, all’epoca. Ma nonostante l’età acerba aveva una storia, una grande storia di difficoltà e speranza, da raccontare. E lo fece, davanti a tanti appassionati. Era il 15 novembre del 2010 quando Beatrice (per tutti Bebe) Vio, all’epoca tredicenne, ricevette un riconoscimento dagli organizzatori del Premio Viareggio Sport, nell’ambito dell’edizione numero 26 della manifestazione. Era un pomeriggio e quel giorno Bebe Vio nonostante la giovane età riuscì a polarizzare l'attenzione su di sé e sulla sua storia, nel corso della premiazione che avvenne al Centro Congressi Principe di Piemonte presentata dal giornalista di Rai Sport Gianfranco De Laurentiis.

Un vero intuito, come del resto già avuto in altre tante occasione degli organizzatori del premio, in quanto Bebe Vio due anni prima aveva scoperto di essere stata colpita da meningite fulminante che le aveva provocato un'infezione che costrinsero i medici all'amputazione degli avambracci e delle gambe.

La giovanissima schermitrice ,con una grande forza interiore e aiutata dai genitori (il papà Ruggero vende motori marini, e ha clienti anche nella nostra città), è riuscita a compiere le imprese che l'hanno portata a conquistare due medaglie d'oro, la prima nel 2016 ai Giochi Paralimpici di Rio De Janeiro e l'altra a Tokyo di recente nel fioretto individuale

. Nella motivazione del premio (che fu consegnato dall’allora sindaco di Viareggio Luca Lunardini) nella sezione “ cuore degli organizzatori” è riportata questa menzione: «La sua storia è semplicemente la dimostrazione di come la volontà e la passione possano abbattere certe barriere, da promessa della scherma ha dovuto fare i conti c on la malattia, ma anche di fronte alla cattiva sorte ha saputo reagire diventando una campionessa del cuore, un talento in grado di regalarsi e di regalare tante altre emozioni», come del resto ha saputo fare su grandi palcoscenici mondiali.

Intanto dopo che è stata annullata causa Covid-19 l'edizione numero 36 del premio, gli organizzatori stanno valutando se ci sarà la possibilità di effettuarlo ed è in corso di verifica una data possibile tenendo conto comunque l'andamento dei contagi riguardo il virus.

Roy Lepore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati