Il Tirreno

Europee: Renzi in Senato firma impegno ad andare in Ue se eletto

07 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 7 giu. (Adnkronos) - "Sono tornato in Senato per scrivervi una cosa. Voglio prendere un impegno con voi e mettere per iscritto i punti che voglio seguire al Parlamento europeo”. Così Matteo Renzi dal suo ufficio in Senato, in un video pubblicato sui social. “La crescita economica. Cosa vuol dire? Più soldi alle famiglie e meno lacci alle imprese. Gli 80 euro, Industria 4.0, il Jobs Act, li abbiamo fatti in Italia. Ora queste cose dobbiamo portarle a Bruxelles. Punto numero due. L'Europa non può essere l'Europa soltanto dei burocrati, è l'Europa del sociale, del terzo settore, della sanità. Terzo punto. La cultura. Senza radici non c'è futuro e allora se vogliamo che la generazione Erasmus chiami l'Europa casa, bisogna investire nell'identità culturale e nei laboratori e nelle università e nelle start-up e nel venture capital. Quarto. La pace giusta. Serve la difesa comune, l'esercito europeo, ma anche la diplomazia europea. Altrimenti l'Europa non conterà più niente e la voce dell'Italia serve a Bruxelles". "Quinto punto. Cambiare le regole. Non ne possiamo più di questo diritto di veto, ma abbiamo anche bisogno che siano i cittadini ad eleggere direttamente il presidente della Commissione europea. Per tutte queste ragioni io credo negli Stati Uniti d'Europa e chiedo a voi di mettere la croce su un simbolo Stati Uniti d'Europa e scrivere Renzi” dice Renzi. Che poi prosegue, prendendo carta e penna: “Manca un punto. Tutti gli altri si candidano per finta. Io mi candido davvero. In caso di elezione io, Matteo Renzi, scelgo di rappresentare l'Italia a Bruxelles. Questo è il mio impegno. Io sono l'unico che se eletto davvero porterà la voce dell'Italia in Europa. Io l'ho firmato. Adesso tocca a voi”, conclude firmando il suo impegno ad andare in Europa se eletto.
Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire