Il Tirreno

Europee: Fratoianni, 'Salvini contro 'tappino' bottiglie, basta fesserie'

27 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 27 mag. (Adnkronos) - "Ormai è evidente Salvini non sa più a che santo votarsi, per riemergere nel dibattito politico e nell’opinione pubblica e ogni giorno deve inventarsi qualcosa. Oggi supera però ogni limite di decenza. Al di là del solito ciarpame xenofobo contro i migranti e nel vano tentativo di convincere gli elettori leghisti che votare un generale sia la mossa giusta, ora sui social addirittura se la prende con il 'tappino', quel meccanismo che impedisce ai tappi di plastica di staccarsi dalle bottiglie". Così Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra. "Pensando di fare una mossa accattivante cerca di scatenare una campagna contro uno dei metodi per impedire la diffusione delle microplastiche, insomma se la prende con la difesa della salute delle persone. Ma Salvini sa che ogni anno - prosegue il leader di SI - 8 milioni di tonnellate di microplastiche finiscono negli oceani? Con effetti devastanti su tantissime specie animali, e sa che poi ce le ritroviamo nel cibo quotidiano? Ma Salvini lo sa o finge di non saperlo che molte patologie tumorali sopratutto fra i più giovani, secondo molte ricerche scientifiche, dipendono proprio dal diffondersi di queste microplastiche?". "Ma non si vergogna di lanciare questi messaggi solo per raccattare qualche voto in più? Peraltro, e qui siamo alla farsa, le norme europee del 'tappino' contro cui si scaglia Salvini indovinate da chi sono state approvate e ratificate in Italia? Dai governi di cui faceva faceva parte la Lega e Salvini nel 2019 e nel 2021. Sarebbe davvero ora di smetterla con le fesserie leghiste - conclude Fratoianni - e pensare ai problemi veri degli italiani".
Primo piano
Aiuti

Assegno per il nucleo familiare, scatta la rivalutazione: ecco a chi spetta e gli importi

di Leonardo Monselesan