Il Tirreno

**Rai: Pd, 'Mellone dopo Corsini, otto mesi di 'Telemeloni' penalizzanti per azienda'**

28 dicembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 28 dic. (Adnkronos) - “Come li scelgono i massimi vertici aziendali in viale Mazzini? In pochi giorni sono finiti nell’occhio del ciclone il direttore dell’approfondimento giornalistico Paolo Corsini, per le sue uscite contro la segretaria del Partito Democratico Elly Schlein e per essersi considerato a tutti gli effetti di Fratelli d’Italia alla festa di Atreju e, oggi, il direttore del Day time, Angelo Mellone, sconfessato dall’azienda per una sua intervista". Così Sandro Ruotolo, responsabile informazione del Partito Democratico e Stefano Graziano, capogruppo Pd in commissione parlamentare di vigilanza Rai. "Su Mara Venier e Fiorello le sue sono state parole in libertà e non corrispondono al pensiero dell’azienda, fanno sapere da viale Mazzini. Noi siamo ancora in attesa di conoscere i provvedimenti della Rai su Paolo Corsini e pensiamo che la presa di distanza dal direttore del Day Time non sia sufficiente. C’è bisogno di provvedimenti all’altezza della situazione". "I primi otto mesi di TeleMeloni sono stati penalizzanti per il servizio pubblico. La destra ha occupato il palazzo senza avere una visione per il futuro della Rai e la mancanza di punti di vista diversi provoca la crisi di oggi, di un’azienda che è stata di tutti e che deve tornare ad essere di tutti. La presidente del Consiglio Giorgia Meloni è consapevole della condizione in cui versa la Rai? Che intende fare?”.
Primo piano
Politica e diritti

Pisa, Non Una di Meno copre i manifesti antiabortisti

di Libero Red Dolce
Le nostre iniziative