Il Tirreno

Toscana

Elezioni comunali 2024
L’analisi

Europee, il voto in Toscana città per città. Pd bene sulla costa livornese, a Pisa e Prato. In Versilia cappotto FdI

di Luca Barbieri

	Elly Schlein e Giorgia Meloni
Elly Schlein e Giorgia Meloni

I dem oltre al 36% a Firenze, il partito della premier Giorgia Meloni in testa a Grosseto

10 giugno 2024
5 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. In una Toscana che conferma nelle elezioni Europee il Pd in testa – 31,9% – con Fratelli d’Italia al 27,4%, il Movimento 5 Stelle sull’8,2% e la Lega al 6,2%, la geografia politica regionale restituisce una mappa più variegata, con sfumature cromatiche che cambiano a seconda delle province e dei comuni. Vediamole nel dettaglio, con alcuni casi in particolare.

Massa-Carrara

Nella provincia apuana Fratelli d’Italia è il primo partito con il 25%, seguito dal Pd al 24,7% e il gruppo Forza Italia, Noi Moderati e Ppe al 15,6 trainato da alcuni comuni della Lunigiana (a Pontremoli parliamo del 56,5%). Si ferma al 9%, invece, il Movimento 5 Stelle, con la Lega al 7,7% e Alleanza Verdi e Sinistra (Avs) al 6,4%. A Massa con il 27,6% guida il Pd, incalzato da Fratelli d’Italia (26,6), per una tendenza molto simile che si registra su Carrara, 26,4 il Pd, 25,9 FdI. Va forte in Lunigiana, come detto, il raggruppamento Forza Italia, Noi Moderati e Ppe, Pontremoli su tutti; mentre a Fivizzano FdI si prende il 28%.

Lucca

Su Lucca Fratelli d’Italia s’attesta, come provincia, al 32% contro il 24% del Pd; più staccati gli altri partiti: 8,2 il Movimento 5 Stelle, 7,8 la Lega, 7,6 Avs e 6,8 Forza Italia, Noi Moderati e Ppe. Nel capoluogo Fratelli d’Italia sfiora il 29%, mentre il Pd va sul 26,4%; vicino al 10% Alleanza Verdi Sinistra. Testa a testa a Viareggio (27% del Pd, 27,3 di Fratelli d’Italia), differenze percentuali decisamente più consistenti a Castelnuovo Garfagnana (FdI al 32,7%, il Pd al 25,4%) e a Stazzema (33,7 FdI, 21,8 il Pd), ma anche in Versilia con Fratelli d’Italia primo partito a Forte dei Marmi, Camaiore, Seravezza e Pietrasanta alle Europee.

Livorno

Nella provincia livornese, con il capoluogo che attende anche l’esito delle amministrative, ricordiamo, Il Partito Democratico è in testa con il 33%, Fratelli d’Italia al 25,2% e il M5S all’11,2%. Sempre a livello provinciale, Avs va sul 7,5% e la Lega al 6,5%. Pd e FdI hanno percentuali simili anche in Comuni come Piombino; trend diverso invece su Cecina: al 30,5% c’è Fratelli d’Italia, al 28,2 il Pd. Arrivando al capoluogo, il Pd chiude al 36,3%, FdI non arriva al 21% (20,8%), mentre il M5S supera il 12,3%, Avs è sull’8,7%, con la Lega che si ferma al 5,4%.

Pisa

Anche nella provincia pisana il Pd della segretaria Elly Schlein è in testa, alle Europee, con il 32%, mentre Fratelli d’Italia è al 26,8%. Poi gli altri: M5S al 8,6%, Avs 7,7%, la Lega al 7,5% e Forza Italia, Noi Moderati e Ppe al 5,4%. Dati che su Pisa città portano i dem al 33,5% con il partito della premier Giorgia Meloni che scivola al 22,4% per una differenza che si assottiglia (32% i dem, 30% Fratelli d’Italia) su Pontedera, per esempio.

Prato e Pistoia

Sia come dato provinciale, sia a livello di capoluogo, a Prato è il Pd avanti nelle elezioni Europee con i dem al 32% (a livello provinciale, così come a livello comunale) e FdI al 31,2 (a livello provinciale, che diventa 30,8 nel capoluogo). Il M5S è al 7,11%, Forza Italia, Noi Moderati e Ppe al 6,8%, Avs al 6,1% e la Lega al 5,6%, sempre come dati provinciali su Prato.

Su Pistoia, invece, Fratelli d’Italia avanti a livello provinciale – 30,6% (Pd al 28,4%) –, ma non a Pistoia capoluogo, con il Pd al 31% e Fratelli d’Italia al 25%. Tra gli altri comuni, Fratelli d’Italia prende il 34,1% a Montecatini: qui il Pd, invece, sfiora il 21%.

Firenze

E arriviamo al capoluogo di regione. Qui il Pd, a livello provinciale, supera il 36,5%, mentre Fratelli d’Italia è al 22,4%, con Alleanza Verdi Sinistra che sfiora il 10% (9,4%) con M5S al 7,5% e Lega e Forza Italia che sfiorano il 5%. Dati, grossomodo, che vengono confermati anche per la città fiorentina, nella quale il Pd scende al 35,6%, FdI al 20,8%, ma Stati Uniti d’Europa prende l’8,1%, con Alleanza Verdi Sinistra al 10,9%, il Movimento 5 Stelle al 6,5% e la Lega al 4,1%. Passando ad altre città della provincia, a Empoli, per esempio, i dem sono nettamente in vantaggio con il 38,2% (FdI al 22,5%), con il M5S che qui supera il 10%.

Grosseto

Passando alla Maremma e all’Amiata, la provincia grossetana vede il vantaggio di Fratelli d’Italia (34,2%, contro il 26,7% del Pd) che a Grosseto città si traduce nel 32% (Pd al 25,7% nel capoluogo maremmano). Poi, sempre a livello provinciale, il M5S (8,1%), Lega (7,2%), Forza Italia, Noi Moderati e Ppe (6,5%) e Avs (5,5%). Passando agli altri comuni maremmani e amiatini, Fratelli d’Italia a Capalbio “sfonda il tetto” del 40% (41,3%, mentre il Pd è al 23,4%); Fratelli d’Italia avanti nelle Europee anche a Follonica (città che attende le amministrative, peraltro) con il 32,2% (Pd al 29,9%) e a Castel Del Piano (39% per il partito della premier Meloni, contro il 25% del Pd).

Siena e Arezzo

A Siena, a livello provinciale, il Pd è al 36% e Fratelli d’Italia va al 27,3%. Dati che – rispettivamente – passano al 34,6 e 26,9% per quanto riguarda Siena come capoluogo. Ad Arezzo è Fratelli d’Italia in testa al 32%, con il Pd che è sul 29,4%, per una tendenza che si conferma anche nella città capoluogo della provincia aretina: Fratelli d’Italia al 31,7% e il Pd al 27%.

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social