Il Tirreno

Basta violenze di genere, Lnd al fianco delle donne

27 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





ROMA (ITALPRESS) – La Lega Nazionale Dilettanti si schiera al fianco delle donne nella battaglia contro la violenza di genere. Nel weekend in 13.000 impianti di calcio e futsal di tutta Italia sono stati allestiti in modo permanente uno o più seggiolini di colore rosso per ricordare che il problema della violenza sulle donne è quotidiano. Tra le società che hanno aderito all’iniziativa anche il Montespaccato Calcio (Roma), che ha ospitato il Trastevere per la gara della dodicesima giornata del campionato di Serie C Femminile. “La campagna che abbiamo lanciato a livello nazionale – spiega Luca De Simoni, Responsabile Dipartimento Sociale Lega Nazionale Dilettanti – ci permetterà di ricordare le vittime dei femminicidi durante tutto l’arco della stagione. I seggiolini rossi eviteranno di farci dimenticare la tragicità di questo fenomeno inaccettabile”. Attaccato sulle sedute uno sticker che contiene il QR code necessario per raggiungere la pagina web con le informazioni e i contatti del 1522, servizio pubblico che accoglie le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. “Lo sport, come dice il ministro Andrea Abodi, è un formidabile antidoto sociale contro tutte le forme di esclusione, di devianza e di disagio – aggiunge Massimiliano Monnanni, presidente Asilo Savoia Montespaccato – Noi sfruttiamo da anni la forza aggregativa dello sport di squadra per contribuire ai percorsi di recupero scolastico, di inserimento lavorativo e di impegno sociale con numerose attività di volontariato”. In conclusione le dichiarazioni di Pier Luigi Betturri, presidente del Trastevere Calcio: “Questo tipo di educazione va affrontata sin dai primi anni della vita di bambini e bambine. Una corretta visione della vita attraverso lo sport porta all’apprendimento di valori fondamentali”.
– foto spf/Italpress –
(ITALPRESS).

Primo piano
La ricostruzione

Femminicidio a Barga, uccisa all'ultimo appuntamento: il coltello di Rambo, la separazione e quella volta che la casa bruciò

di Luca Tronchetti
Le nostre iniziative