Il Tirreno

Sport

Bormio, gli azzurri a secco Dominio Kilde nel SuperG

Daniele Conti
Mattia Casse il migliore degli azzurri nel SuperG di Bormio (Lapresse)
Mattia Casse il migliore degli azzurri nel SuperG di Bormio (Lapresse)

Il norvegese vola, Paris non si ripete, Casse decimo è il primo degli italiani nello slalom femminile di Lienz vince Vlhova, sedicesima Brignone

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





BORMIO (Sondrio). Strepitoso Aalexander Aamodt Kilde che ha dominato il primo dei due supergiganti maschili di Coppa del Mondo in programma sulla pista Stelvio di Bormio. Per il norvegese si tratta del decimo successo in carriera, il terzo in questa specialità dopo aver vinto a Beaver Creek e in Val Gardena. Pensare che nella prima giornata, nella gara di discesa, non era andato oltre ad una modesta per lui sesta posizione, accusando oltre un secondo da Paris. Come diceva scherzosamente lo speaker all’arrivo, il vichingo deve aver ricevuto alla vigilia una telefonata dalla sua fidanzata Mikaela Shiffrin che gli ha chiesto di vincere per lei, costretta invece ad un forzato riposo causa Covid, Così è stato KIlde ha fatto la differenza nella parte alta, perfetta la sua traiettoria sulla Carcentina, poi ha messo il turbo e pennellato al meglio le curve dopo il muro di San Pietro. Distacco abissale per l’austriaco Raphael Haaser (per la prima volta sul podio in carriera) autentica rivelazione col pettorale 26, secondo in classifica a 72 centesimi. Terzo posto per il campione del mondo in carica di superG Vincent Kriechmayr. Il miglior azzurro è il 31enne bergamasco Mattia Casse, decimo assoluto e certamente non agevolato a scendere per primo. «Ormai ho fatto l’abitudine al sorteggio ad avere il numero uno. Sono comunque felice, anche se ho commesso qualche piccolo errore prima del muro di San Pietro», afferma Matte. «La pista è bellissima, gli organizzatori hanno fatto un ottimo lavoro, per questo cercherò di spingere ancora di più e puntare al podio nella gara di casa». Ha terminato tredicesimo Christof Innerhofer a 1”66 mentre soltanto ventiquattresimo Dominik Paris. Più indietro in classifica Matteo Marsaglia (32°), Guglielmo Bosca (33°) ed il giovanissimo Giovanni Franzoni (53°) appena ventenne e Matteo Franzoso (54°). Nella classifica di super-G comanda Aleksander Aamodt Kilde con 300 punti davanti a Matthias Mayer (230) e Marco Odermatt (219), il quale invece domina la graduatoria generale con 745 punti contro i 469 di Kilde, terzo Mayer con 447. Oggi si replica con un altro supergigante, recupero di quello cancellato a Lake Louise, con partenza alle ore 11.30 (diretta RAI 2 ed Eurosport). In campo femminile quindicesima vittoria (terza stagionale) per la slovacca Petra Vlhova nello slalom di Lienz. Sulla pista austriaca la campionessa del mondo in carica ha dominato entrambe le manche precedendo in classifica l’atleta di casa Katharina Liensberger e la svizzera Michelle Gisin che aveva chiuso la prima manche a soli 8 centesimi. Buona la prova di Federica Brignone, unica azzurra qualificata nella seconda manche, che ha dimostrato con sedicesimo posto un discreto miglioramento (era partita col pettorale 31) anche fra i pali stretti. Immutata la classifica generale con Mikaela Shiffrin al primo posto con 750 punti, seguita da Sofia Goggia a 657 e Petra Vlhova con 615, quinta posizione Federica Brignone.

Primo piano
Il caso

Livorno, evade dal carcere delle Sughere: chi è e come è riuscito a scappare

di Stefano Taglione