Il Tirreno

Prato

tennis tavolo

Tennis tavolo, sfida per restare in A1

La formazione del Circolo Prato 2010
La formazione del Circolo Prato 2010

Scontro diretto a Le Badie tra Circolo Prato 2010 e Sant’Espedito Napoli

10 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Riparte il campionato di serie A1 di Tennis Tavolo, e quello che attende il Circolo Prato 2010 rappresenta uno scontro salvezza quasi decisivo. L’appuntamento è per domani alle 16,30 alla Palestra Le Badie, dove il team pratese si giocherà una bella fetta di A1 contro il Sant’Espedito Napoli (la sfida sarà trasmessa in diretta sul canale youtube della Federazione Fitet), in uno scontro diretto per la permanenza nella massima serie.

Al momento le due squadre occupano l'ultimo posto, entrambe a quota due punti, e nella gara di andata a Napoli lo scontro si concluse in peretta parità (3-3). Insomma la sfida, che sarà arbitrata da Luca Mariotti, si presenta come un autentico spareggio salvezza, e anche se alla fine della regular season mancano ancora quattro giornate, e quindi per la matematica la giornata non sarà comunque decisiva, ma per la logica il risultato sarà quasi determinante.

La squadra pratese, guidata dal tecnico Csaba Kun, si presenterà gran al completo con i russi Sadi Ismailov e Taras Merzlikin, lo spagnolo Carlos Caballero e Alessandro Baciocchi. La squadra napoletana si affida a Francesco Palmieri classe 2002 e numero 46 della classifica italiana, al greco Riniotis (classe 1983), all’ungherese Kosida (1991) e al portoghese Da Silva (1989). Si prospetta una sfida equilibrata ma la squadra pratese cercherà di conquistare i due punti che sarebbero decisivi nella corsa alla salvezza.

Guardando la classifica nel suo insieme a guidarla è l’Apuania Carrara, con 12 punti, seguita dalla Top Spin Messina a quota 11, da Marcozzi e TT Norbello con 9, dalla Bagnolese con 7 e, appunto, da Il Circolo Prato 2010 e Sant'Espedito con 2.

«Abbiamo spostato la sfida al pomeriggio della domenica – spiega il direttore sportivo Giorgio La Rocca – per dare al maggior numero di persone possibile l’occasione di venire a vedere questa sfida, che per noi è molto importante. Questo perché, in caso di vittoria, ci avvicineremo alla permanenza in A1 per poi iniziare nuovi progetti anche legati ai giovani. Avremo la formazione al completo e il supporto degli appassionati pratesi sarebbe un valore aggiunto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative