Il Tirreno

Pontedera

La dea bendata

Giocano i soliti numeri dell’operaio fortunato e vincono al Lotto nella stessa ricevitoria

Giocano i soliti numeri dell’operaio fortunato e vincono al Lotto nella stessa ricevitoria

Due amiche, clienti dell’attività di Santa Croce sull'Arno, intascano quasi sedicimila euro. Meno di un mese fa la combinazione ha fruttato a un altro santacrocese oltre 120mila euro

05 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





SANTA CROCE. Stesso posto, stessi numeri, altra vincita. Certo, la cifra (15.800 euro) è decisamente inferiore, nell’ordine di uno zero in meno.

Ma è comunque curioso che lo stesso poker di numeri continui a portare bene a Santa Croce sull'Arno, facendo felici due signore che condividono la passione per il Lotto. Il 10 novembre scorso un babbo-operaio aveva vinto oltre 120mila euro alla tabaccheria-ricevitoria di Rudy Sbragia, in via San Tommaso.

Ha puntato una cifra minima su quattro numeri e con una giocata di 3 euro si è portato a casa un tesoro, centrando una quaterna, quattro terni e sei ambi, grazie a 9, 20, 86 e 90.

Numeri che sono diventati una specie di talismano da queste parti dopo che Rudy e la moglie Angela Paolettoni hanno affisso in bella vista nella loro attività l’annuncio della vincita. Tanto che le due signore santacrocesi hanno deciso di rigiocarseli venerdì scorso.

E la dea bendata ha dato loro ragione. «Sono giocatrici abituali – racconta Sbragia – che giocano cifre minime e quasi sempre lo fanno insieme».

E anche stavolta hanno puntato pochi spiccioli, giocando i quattro numeri su tutte le ruote e un paio di combinazioni tra gli stessi sulla ruota di Bari.

Risultato: quasi 16mila euro in tasca grazie a quaterna, terni e ambi. «Per noi è sempre una bella soddisfazione vedere i clienti vincere – sottolinea Rudy Sbragia – . La nostra è sempre stata una ricevitoria fortunata, ricordo il “6” da oltre un miliardo di lire nel 1999 al Superenalotto, che rappresenta il top, ma nel corso del tempo non sono mancate le vincite importanti; le ultime settimane, grazie anche a questa combinazione di numeri, sono state particolarmente propizie per i nostri clienti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La decisione

Studenti manganellati a Pisa e Firenze: rimossa una dirigente del reparto mobile

Le nostre iniziative