Il Tirreno

Toscana

La novità

Il Tirreno apre il suo canale WhatsApp: iscriviti, è gratis

Il Tirreno apre il suo canale WhatsApp: iscriviti, è gratis

Sul proprio smartphone una selezione attenta delle notizie più importanti in Toscana: come funziona e i vantaggi del servizio

27 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Il Tirreno apre il suo canale WhatsApp. Iscriversi è facile e i vantaggi non mancano: è gratis, si ricevono le notizie più importanti della giornata sul proprio smartphone e viene garantito l’anonimato di chi si iscrive.

Che cos’è

Il canale è uno strumento che consente agli utenti di ricevere notizie in tempo reale direttamente sul proprio telefono. Al contrario di quello che avviene nelle chat private e nei gruppi, i canali WhatsApp sono uno strumento di trasmissione unidirezionale. Niente paura quindi: iscriversi al nostro canale non significa restare incastrati in chat infinite con migliaia di persone che scrivono in contemporanea facendovi squillare il cellulare ogni secondo. Gli utenti non possono rispondere ai messaggi, ma solo aggiungere una «reazione» anonima alle notizie condivise: un like, una faccina contenta, triste o arrabbiata, un cuoricino.

Come iscriversi

Come ci si iscrive al canale? In tre semplice mosse.

  • 1. Cliccate su questo link: l’applicazione di WhatsApp si apre direttamente dentro al canale del giornale.
  • 2. Cliccate nel bottone in alto a destra “Iscriviti”.
  • 3. Cliccate sulla campanellina barrata in modo da attivare le notifiche. In questo modo, ogni volta che verrà condivisa una notizia sul canale, si riceverà una notifica sul proprio telefono, esattamente come avviene per i normali messaggi di WhatsApp. Questo vi consentirà di accedere più velocemente alle notizie, ai video e a tutti i contenuti condivisi dai nostri giornalisti.

Anonimato

Seguire un canale non rivela il proprio numero di telefono agli amministratori del servizio o agli utenti: si garantisce, dunque, il pieno anonimato. È possibile, invece, inoltrare e quindi condividere i contenuti che i giornalisti del Tirreno inseriranno ad altri vostri contatti su WhatsApp.

Primo piano
La decisione

Studenti manganellati a Pisa e Firenze: rimossa una dirigente del reparto mobile

Le nostre iniziative