Il Tirreno

Pistoia

Commercio

Dopo ben 63 anni chiude il negozio Anna Boutique, la titolare ha una speranza...

di Carlo Bardini
Dopo ben 63 anni chiude il negozio Anna Boutique, la titolare ha una speranza...

Gavinana, il suo negozio di abbigliamento lo ha creato dal nulla quando aveva 24 anni

05 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





GAVINANA. Una vita passata al pubblico. Nel suo negozio di abbigliamento ad accontentare i molti clienti che in 63 anni di attività ha visto passare. Persone che poi sono diventate anche amiche e che non mancano di farle gli auguri per le festività comandate. Dal prossimo anno questo negozio non aprirà più la sua “saracinesca”, perché Anna Franceschi ha deciso di dire basta e cessare la conduzione del suo locale “Anna Boutique” di Gavinana.

Una decisione sofferta, di quelle che ti stringono il cuore, perché Anna, per la sua professione, ha impegnato una vita intera, ogni giorno con una passione sempre più forte. Ma sa che, per motivi di età, ormai è arrivato il tempo di mollare e la speranza che ha è quella di poter vedere proseguire la sua attività con una nuova gestione. «Chi avrebbe mai pensato di raggiungere un traguardo così importante? Più di 63 anni di attività – afferma la nostra protagonista – con successi e tante gratificazioni. Ma anche con le difficoltà di crisi economiche, covid, e l’avvento dell’online, però ho superato tutto questo, andando avanti con la mia passione».

Nel negozio ancora quei bozzetti di abiti che tiene gelosamente appesi alle pareti che lei, giovanissima, disegnò decenni fa. Il suo negozio di abbigliamento lo ha creato dal nulla quando aveva 24 anni e per più di mezzo secolo è stato un punto di riferimento per l’intera Montagna pistoiese. «Questi locali sono di famiglia – racconta Anna – ma il negozio l’ho aperto io nel 1960. Alla fine degli anni Cinquanta insegnavo taglio e confezioni ed avevo fatto una scuola di stilista a Torino diplomandomi nel 1956». È probabile che a passarle il piacere di disegnare abiti ed occuparsi di abbigliamento, abbia contribuito la madre, che era sarta. Inizialmente vendeva capi per donna e uomo. Poi successivamente, ed ancora, ha scelto solo abbigliamento femminile e accessori.

«È stato un mestiere che mi è sempre piaciuto – continua Anna Franceschi – e con tante soddisfazioni. Tuttora mi telefonano i clienti che non possono venire più a Gavinana, magari per farmi gli auguri di Natale. Ammetto che dire basta è molto dura, mi mancherà tanto. Ma so bene che è arrivato il momento di smettere. La speranza è quella di riuscire a cedere il testimone a qualcuno che abbia voglia di portare avanti questa tradizione».

“Anna Boutique” non ha mai subito spostamenti, anzi, nel tempo si è ingrandito. Gavinana perderà un punto di riferimento, un altro negozio che chiude e chissà se il destino porterà altri a rilevare l’attività, visto che non ne esistono altri negozi dello stesso genere. «Desidero ringraziare di cuore – conclude – tutta la mia clientela che in questi anni mi ha dato fiducia e ha scelto di servirsi da me. Con la fine dell’anno, smetterò di avere il negozio e mi dedicherò alle letture e alla vita di paese».

Tra i nomi illustri che sono entrati da Anna Franceschi c’è stata anche una giovane Paola Gassmann e non solo. Se qualcuno è interessato a rilevare l’attività può rivolgersi alla stessa Anna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La decisione

Studenti manganellati a Pisa e Firenze: rimossa una dirigente del reparto mobile

Le nostre iniziative