Il Tirreno

Pisa

Serie B

Mlakar, regalo di Natale al Pisa

Mlakar, regalo di Natale al Pisa

I nerazzurri piegano l’Ascoli all’Arena e si portano a +4 sulla zona calda. Problemi ai cancelli della Curva, molti tifosi costretti a entrare solo a gara iniziata

23 dicembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





PISA. Una magia di Mlakar a fine primo tempo regala al Pisa tre punti d'oro e una boccata d'ossigeno vitale in chiave salvezza. La squadra festeggia con i tifosi della Nord che con la riapertura della gradinata sono rientrati al loro posto. Una vittoria che in casa mancava dal 21 ottobre con il Cittadella e quindi secondo successo interno per i nerazzurri. Pisa tredicesimo a 21 punti e ora a più 4 sulla zona playout. Il giorno di Santo Stefano altro scontro diretto in casa della Ternana.

Problemi all'ingresso della curva Nord nella zona prefiltraggio. Cancelli chiusi fino a pochi minuti dall'inizio con le forze dell'ordine schierate all'entrata. Pochi tornelli a disposizione e che funzionano a rilento, con i carabinieri a contrallare i documenti per ogni singolo accesso. I tifosi entrano alla spicciolata e la maggioranza a gara già abbondantemente iniziata. La Nord inizia a riempirsi di tutti i tifosi praticamente alla mezz'ora. Mentre i 250 tifosi dell'Ascoli sono già entrati senza problemi e in orario per il fischio d'inizio in curva Sud.

Aquilani rilancia Nagy titolare al posto dello squalificato Marin e inserisce Mlakar sulla trequarti preferendolo a Vignato. Per il resto è il 4-2-3-1, ma in versione rivisitata con Mlakar a tratti più attaccante e moreo che si allarga a sinistra, visto sabato scorso a Palermo. Poche sorprese nell'Ascoli di Castori che punta sul 3-5-2 e deve fare i conti come il Pisa con infortuni e squalifiche. Gnahoré playmaker, al posto dell'ex Di Tacchio, e Adjapong adattato come centrale di destra al posto di Bellusci. La posta in palio è alta con le squadre che sentono di non poter sbagliare. E si vede, perché nessuno vuol prendersi troppi rischi. L'Ascoli si fa vedere poco dopo il quarto d'ora con una punizione di Mendes dal limite con palla a girare, Nicolas però è pronto alla respinta. La partita bloccata e il Pisa fatica a farsi vedere dalle parti di Viviano. Ci prova al 21' con un'iniziativa di Mlakar ma l'impatto con il pallone di Moreo è troppo morbido e per il portiere bianconero non ci sono problemi. Un sussulto quando al 32' il Pisa chiede un rigore per un presunto tocco in area pisana di Mendes con la mano ma l'attaccante dell'Ascoli ha il braccio attaccato al corpo.

La Nord adesso è al completo e prova a trascinare la squadra. E il Pisa al 44' passa in vantaggio: Esteves da sinistra serve Valoti che pesca libero a sinistra Mlakar, lo sloveno prende la mira con il destro e la infila sul secondo palo. Finalmente l'Arena può esplodere di gioia. Per Mlakar è il primo gol in Italia. Il dodicesimo giocatore del Pisa ad andare a segno in questa prima parte di stagione. All'inizio del secondo tempo il Pisa ci prova dalla destra con D'Alessandro che guadagna il fondo e mette dentro per Moreo che non arriva sul pallone. Ci prova anche Barbieri al 13' ma Viviano controlla senza problemi.

Ascoli pericoloso con Masini al 18' che su una respinta corta di Esteves colpisce la base esterna del palo. Valoti lascia il posto a Piccinini e proprio il nuovo entrato scambia dalla bandierina con Veloso che impegna Viviano con un tiro cross. Castori ridisegna un Ascoli più offensivo con un triplo cambio alla mezz'ora e Aquilani risponde inserendo Masucci per D'Alessandro ed Hemannsson per Moreo. Un difensore al posto di una punta con il Pisa che passa alla difesa a tre. Le ultime carte degli allenatori sono Millico per Bayeye da parte di Castori e Toure al posto di Mlakar nel Pisa. Per Toure è il ritorno in campo dopo l'infortunio. Ben sei i minuti di recupero. L'Ascoli preme ma il Pisa resiste e merita la vittoria.

PISA-ASCOLI 1-0

Pisa (4-2-3-1): Nicolas; Barbieri, Canestrelli, Caracciolo, Esteves; Nagy, Veloso; D'Alessandro ( 35' st Masucci), Valoti ( 24' st Piccinini), Mlakar ( 44' st Touré); Moreo ( 35' st Hermannsson). In panchina: Loria, Leverbe, Tramoni, Gliozzi, Torregrossa, Vignato, Arena, De Vitis. Allenatore: Aquilani.

Ascoli ( 3-5-2): Viviano; Adjapong, Bottrghin, Quaranta; Bayeye ( 44' st Millico), Masini, Gnahoré ( 17' st D'Uffizzi), Giovane ( 32' st Silvestri), Falasco ( 32' st Manzari); Mendes, Rodriguez (32' st Haveri). In panchina: Barosi, Amato, Milanese, Rossi. Allenatore: Castori.

Arbitro: Sozza.

Rete: pt 44' Mlakar

Note: Spettatori 6.705. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: D'Alessandro, Moreo, Caracciolo, Barbieri, Giovane. Calci d'angolo: 3-1. Recupero: 1'; 6'.

Andrea Chiavacci

Primo piano
Turismo e servizi

Sulla costa toscana è estate tutto l’anno, gli stabilimenti aprono già a marzo: ecco dove e su cosa puntano i balneari

di Ilenia Reali
Le nostre iniziative