Il Tirreno

Pisa

Toscana economia
Il dossier

Piaggio, pelli e tecnologia. Ecco la classifica delle 200 aziende più ricche delle provincia di Pisa: nomi e dati

Piaggio, pelli e tecnologia. Ecco la classifica delle 200 aziende più ricche delle provincia di Pisa: nomi e dati

Alcune delle aziende sono note al grande pubblico, ma i nomi di alcune altre, ugualmente produttive e prestigiose, sono poco familiari se non per gli addetti ai lavori. In fondo all’articolo la classifica completa

19 dicembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





PISA. È la Piaggio il Paperone delle aziende più ricche di Pisa e provincia in base al fatturato 2022, oltre due miliardi di euro. È stato pubblicato l’approfonditissimo studio di reportaziende.it che riguarda l’intero territorio nazionale ma è anche consultabile per regioni, province e città, e dal quale abbiamo tratto i dati della tabella qui accanto.

Con una sola avvertenza: il dato di alcune ditte, tra le quali la stessa Piaggio, era anteriore alla presentazione dello scorso bilancio e riportava quindi i dati del 2021 (1.122.951.000 euro di fatturato), ma nel marzo scorso Roberto Colaninno, presidente e Gruppo che ha sede a Pontedera, scomparso ad agosto, spiegò come il fatturato fosse risultato superiore ai due miliardi di euro, parlando di «numeri migliori di sempre».

Eccoci quindi a esaminare la classifica dei fatturati provinciali, per le prime 25 posizioni. Alcune delle aziende (storiche o anche di recente fondazione) sono note ovviamente al grande pubblico, ma i nomi di alcune altre, ugualmente produttive e prestigiose, sono poco familiari se non per gli addetti ai lavori.

Al primo posto, come detto, e senza sorprese, troviamo la Piaggio & C. Spa con sede a Pontedera, il cui core business è la "Fabbricazione di motocicli".

Al secondo posto, con quasi 400 milioni di fatturato, c’è la Tuscany Hides & Skins Srl Castelfranco di Sotto (commercio all’ingrosso di cuoio e pelli gregge e lavorate escluse le pelli per pellicceria). Il dato di reportaziende.it però è aggiornato al 2019, così come quello rilevabile da www.ufficiocamerale.it.

Chiude il podio la Vitesco Technologies Italy Srl di Fauglia con 289.456.227 euro di fatturato nel 2022: si occupa di fabbricazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche per autoveicoli e loro motori.

Oltre i 200 milioni

Al quarto posto la Altair Chimica Spa Volterra (oltre 274 milioni di fatturato): il settore è quello della fabbricazione di altri prodotti chimici di base inorganici.

Di poco inferiore ai 270 milioni di euro il fatturato della Società Chimica Emilio Fedeli Spa di Pisa (commercio all’ingrosso di prodotti chimici).

Si avvicina ai 240 milioni Retiambiente Spa Pisa (raccolta di rifiuti non pericolosi), seguita dallla Marini-Pandolfi Spa Pontedera (quasi 210 milioni, commercio all’ingrosso di articoli per l’illuminazione; materiale elettrico vario per uso domestico).

Nella top ten

La classifica delle prime 10 aziende per fatturato si chiude con tre "volti noti": Abiogen Pharma Spa Pisa con 183.393.760 euro (fabbricazione di medicinali e altri preparati farmaceutici), Saint-Gobain Glass Italia Spa Pisa con 174.956.308 (fabbricazione di vetro e di prodotti in vetro) e Laboratori Guidotti Spa Pisa con 172.736.508 (prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici).

Fino a 100 milioni

Appena sotto le prime dieci posizioni la All.Co Spa Pisa (155.661.945, fusione di metalli leggeri) e sopra i 100 milioni anche la Grifols Italia Spa di Vicopisano (115.053.719, commercio all’ingrosso di articoli medicali e ortopedici) e la High Tech Aluminium Spa In Br di Pontedera (107.148.410, produzione di alluminio).

Gli altri brand più noti

La notissima Cemes Spa Pisa (costruzione di linee ferroviarie e metropolitane) del Gruppo Madonna si attesta sui 98.537.929 euro, otto milioni in più della Tirrena Bitumi Srl Pisa (procacciatori d’affari di legname e materiali da costruzione).

Oltre 85 milioni il fatturato della Lamipel Spa Santa Maria a Monte (preparazione e concia del cuoio, preparazione e tintura di pellicce) e sopra gli 80 anche quello della Geofor Spa Pontedera (trattamento e smaltimento di altri rifiuti non pericolosi) e della Conceria Nuti Ivo Spa di Santa Croce (preparazione e concia del cuoio, preparazione e tintura di pellicce). Quasi 74 milioni per la Giuntini Spa di Peccioli (confezione di articoli di abbigliamento escluso abbigliamento in pelliccia) e circa 70 per la Lenergy Spa Calcinaia (installazione di impianti elettrici in edifici o in altre opere di costruzione inclusa manutenzione e riparazione); poco meno di 67 milioni per la Tk Home Solutions Srl Pisa (fabbricazione di macchine e apparecchi di sollevamento e movimentazione). Appena sotto la Toscana Pallets Srl Bientina (fabbricazione di imballaggi in legno) e quasi a quota 60 milioni Pharmanutra Spa Pisa (fabbricazione di medicinali ed altri preparati farmaceutici) e la Edra Spa Casciana Terme Lari (fabbricazione di poltrone e divani), chiude la lista delle prime 25 aziende pisane la Smith International Italia Spa Volterra (fabbricazione di macchine e apparecchi per le industrie chimiche, petrolchimiche e petrolifere incluse parti e accessori).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri