Il Tirreno

Calcio toscano dilettanti
Promozione

Piombino una vittoria che vale oro: Paini e Mori stendono il S. Andrea

Piombino una vittoria che vale oro: Paini e Mori stendono il S. Andrea

Su un campo al limite del praticabile, terzo risultato utile per i nerazzurri

27 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Su un campo ai limiti della praticabilità l’Atletico Piombino conquista tre meritatissimi punti contro il Sant’Andrea e manda in archivio il terzo risultato utile consecutivo dopo il doppio 1-1 con Geotermica e Castiglioncello. Di Paini e Mori le reti che decidono la sfida del Magona d’Italia e che permettono ai nerazzurri di muovere la classifica a cinque giornate dal termine della stagione regolare.

Con Martelli e Gargini squalificati, mister Brontolone si affida al rientrante Paggini ed alla vena offensiva di Mori per cercare di scardinare il fortino biancoazzurro, mentre gli ospiti devono fare a meno di Biagiotti che una settimana fa aveva deciso la sfida interna con il pericolante Ponsacco.

Partono forte i padroni di casa che al 4’ sfiorano il gol con il colpo di testa di Barchi, mentre qualche minuto più tardi sono Paini e Mori a spaventare la retroguardia grossetana. Al 17’ Mori insacca direttamente da calcio d’angolo senza che l’arbitro si accorga di quanto avvenuto oltre la linea di porta, assegnando un secondo corner dal quale scaturisce il vantaggio piombinese: dalla bandierina prima e da una furibonda mischia poi, la palla arriva al limite dell’area dove Paini è pronto a insaccare con una meravigliosa rovesciata alla sinistra dell’estremo difensore del Sant’Andrea.

Al 32’Barchi batte una punizione da destra e trova ancora Pagni libero di colpire verso la porta di Comparini, la sfera sbatte su un difensore e arriva sui piedi di Mori che salta un uomo e mette a referto il gol numero dieci del proprio campionato. Al 40’ Paggini serve Barchi dalla sinistra, ma il centrocampista non è preciso nella correzione che sarebbe valsa il 3-0 per gli uomini di Brontolone. Due minuti più tardi Paini è costretto a dare forfait per un duro colpo all’anca: al suo posto entra Turco che nei pochi minuti a disposizione riesce a rendersi pericoloso in un paio di occasioni.

Al rientro dagli spogliatoi il tecnico del Sant’Andrea Cinelli sceglie Demasi e Caminero al posto di Battistini e Dichiara e si affida ai calci piazzati per provare a rimettere in piedi una partita fortemente compromessa: Castellazzi e Carelli sono ottimi a liberare sulle incursioni offensive dei biancoazzurri, e anche per Fiaschi il lavoro è di normale amministrazione in una giornata sostanzialmente tranquilla. Al 69’ uno stanco Barchi lascia il posto a Sonnini, ma è proprio quest’ultimo a rimediare uno stiramento al tendine d’Achille dopo soli due minuti dal suo ingresso in campo. La freschezza del guizzante Turco mantiene costantemente in apprensione la retroguardia del Sant’Andrea, con Paggini, Barchi e Mori che nel finale di partita mancano di poco l’appuntamento con il tris.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco