Il Tirreno

La decisione

Elba, il Tar dà ragione a Prenotazioni24: annullata la multa da 900mila euro

di Giuseppe Boi
Elba, il Tar dà ragione a Prenotazioni24: annullata la multa da 900mila euro

Cancellata la maxi sanzione dell’Antitrust all’azienda portoferraiese

25 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PORTOFERRAIO. Cancellata la multa da 900mila euro. Il Tar del Lazio ha annullato il provvedimento dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) che aveva sanzionato Prenotazioni24. L’azienda portoferraiese è un’agenzia web attiva nella promozione, nella comparazione e nella rivendita online di biglietti di trasporto marittimo passeggeri attraverso quattro siti internet.

Prenotazioni24 è finita nel mirino dell’Antitrust perché considerata uno dei maggiori e-commerce di biglietteria marittima d’Italia. L’accusa mossa dall’Agcm era di aver attuato diverse pratiche commerciali scorrette e condotte illecite in particolare per le modalità di presentazione della società e per le caratteristiche dei servizi offerti. Nelle motivazioni del provvedimento che aveva portato alla maxi multa si contestavano la grafica e i contenuti di un sito che avrebbero indotto il consumatore a non riuscire a percepire di essere sul portale di Prenotazioni 24 o su quello della compagnia di navigazione. Inoltre la società prospettava tardivamente al consumatore l’esistenza di diritti di prenotazione.

«Prenotazioni24 – si legge in una nota dell’azienda portoferraiese – non appena le venne notificata la sanzione dichiarò immediatamente la ferma intenzione di impugnare la sentenza, ritenendo che Agcm avesse impropriamente valutato le condotte dell’azienda».

Per altro, già al momento della sanzione, l’Antitrust aveva sottolineato che Prenotazioni24 aveva effettuato delle modifiche per evitare che i consumatori potessero cadere in errore. Ed è questo uno dei motivi che ha portato i giudici Antonino Savo Amodio (presidente), Francesca Petrucciani (consigliere estensore) e Filippo Maria Tropiano (consigliere) ad annullare il provvedimento dell’Agcom e cancellare la maxi multa da 900mila euro.

Dopo la sentenza della prima sezione del Tar del Lazio è arrivato anche il commento di Silvia Cioni, direttore generale di Prenotazioni24: «Esprimiamo soddisfazione per questa decisione che ripristina l’immagine e il buon nome di un’azienda solida che opera con integrità e professionalità da quasi 20 anni nel mercato dei traghetti on line».


 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco