Il Tirreno

il servizio 

Antigenico rapido Lunghe file e agende piene

30 dicembre 2021
1 MINUTI DI LETTURA





File fuori dalle farmacie per fare il tampone antigenico rapido.

Lo scenario, già presente nelle scorse settimane, si è aggravato nel periodo delle feste e, probabilmente, aumenterà ancora con l’ordinanza firmata martedì scorso dal presidente della Regione Giani che affida al test rapido la validità della positività e anche la fine isolamento.

«C’è tantissima richiesta – spiega Marco Viti della farmacia in lungomare Marconi – Solo questa mattina (ieri per chi legge) ne abbiamo fatti 75, trovando diversi positivi, per la maggior parte asintomatici». Insomma, un quadro non certo confortante, quello che emerge a sentire le farmacie.

«Mi aspetto gli effetti dell’ordinanza del presidente Eugenio Giani nei prossimi giorni – dice Giacomo Ferrari, direttore della farmacia comunale in via Ischia, a Montemazzano – Al momento le richieste vengono perlopiù da chi si ritrova in piccoli gruppi per Capodanno e per coloro che fanno visita a parenti fragili».

«L’obiettivo – conclude il farmacista Giacomo Ferrari – è abbassare il rischio del contagio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni