Il Tirreno

Il lutto

Massa, muore d’infarto infermiere del carcere

Massa, muore d’infarto infermiere del carcere

Aveva 52 anni, era impegnato nel sociale: il malore mentre era in casa con i genitori

23 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Dolore e cordoglio per la morte improvvisa di Alessandro Lagrasta, infermiere.

Aveva 52 anni, a quanto è emerso, era in casa la scorsa sera, sembrava che avesse solo un malanno di stagione poi invece d’improvviso le sue condizioni sono peggiorate. I genitori hanno subito chiesto l’intervento del 118, ma purtroppo nonostante le cure non c’è stato nulla da fare, un infarto non gli ha lasciato scampo, per la disperazione dei familiari e di quanti lo conoscevano e lo stimavano. Lascia, oltre al babbo e alla mamma, anche una sorella, il cognato e la nipote, oltre agli altri congiunti, tutti addolorati e sotto choc per una morte improvvisa e inaspettata, che nulla lasciava presagire.

I funerali sono in programma domani pomeriggio, venerdì alle 15, con partenza dal Noa pe il tempio della cremazione del Mirteto.

Tutti lo ricordano come una brava persona, sempre disponibile; lavorava come infermiere alla casa di reclusione, ma in più era anche molto impegnato nel sociale e nella solidarietà, era spesso presente alle iniziative promosse dal Telefono azzurro, in favore dei più piccoli. Nel tempo libero, aveva come hobby la passione per la Juventus e per gli animali. Lo ricorda con affetto il consigliere comunale Antonio Cofrancesco: «Era una bravissima persona, un lavoratore, una persona di valore a cui tutti volevano bene anche nell’ambiente della casa di reclusione; siamo tutti affranti per questo lutto, ci stringiamo ai suoi familiari».



M.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Esteri

Il presidente Usa Joe Biden: «Mi ritiro dalla corsa alla Casa Bianca». L’endorsement a Kamala Harris

Sport