era stato annunciato nel consiglio di giovedì 

Miasmi al Lavello presentato l’esposto

MASSALo avevano annunciato e lo hanno fatto. L’esposto in Procura per i miasmi del Lavello lo hanno presentato ieri mattina Franco Ceccareli e Franco Bigini, promotori della raccolta firme lanciata...

20 ottobre 2018
1 MINUTI DI LETTURA





MASSA

Lo avevano annunciato e lo hanno fatto. L’esposto in Procura per i miasmi del Lavello lo hanno presentato ieri mattina Franco Ceccareli e Franco Bigini, promotori della raccolta firme lanciata circa tre settimane fa per chiedere alle autorità competenti di monitorare l'eventuale presenza di sostanze inquinanti nel torrente. A firmare la petizione sono stati circa 1200 cittadini che attraverso il documento chiedono il fermo dell’impianto di depurazione Lavello 1, considerato inadeguato, la messa in sicurezza e il controllo da parte degli enti preposti dei materiali sversati nel fosso. A sottoscrivere la richiesta che è stata portata in tribunale ieri mattina non solo cittadini del Comune di Massa ma anche di Carrara, trovandosi il fosso proprio a confine fra i due territori comunali. La notizia era stata annunciata da Ceccarelli durante l'ultimo consiglio comunale di giovedì, a cui avevano preso parte anche diversi cittadini esasperati dai continui miasmi nella zona. La denuncia è stata quindi consegnata nella mani delle autorità giudiziarie, ieri mattina. —

Primo piano
L’incidente

Marina di Bibbona, bambino di 4 anni rischia di annegare in piscina: è grave

Le iniziative