Il Tirreno

Lucca

La tragedia

Pescaglia, malore fatale mentre è a tavola con i familiari: morto imprenditore di 59 anni

di Pietro Barghigiani

	Aldo Cecchetti
Aldo Cecchetti

L’uomo si è sentito male al campo sportivo di Monsagrati dopo il memorial dedicato a Luca Giannecchini, l’operaio deceduto in un cantiere a marzo scorso. Inutile l’uso del defibrillatore

30 giugno 2024
1 MINUTI DI LETTURA





PESCAGLIA. Un malore improvviso e il cuore di un imprenditore di 59 anni si è fermato per sempre. Si chiamava Aldo Cecchetti, origini liguri (nato a Ceparana in provincia di La Spezia) e residenza a Lucca. Il dramma si è consumato sabato sera al campo sportivo di Monsagrati dopo il memorial calcistico dedicato a Luca Giannecchini, l’operaio deceduto in un cantiere stradale nel marzo scorso. Cecchetti (non aveva giocato a calcio, ndr) ha avuto un malore mentre era a tavola con familiari e amici. I soccorsi sul posto, anche con il defibrillatore, e poi la corsa in ospedale si sono rivelati inutili. L’imprenditore era un sostenitore della società sportiva Valfreddana. Cordoglio per la scomparsa viene espresso anche dal sindaco Andrea Bonfanti: “Era una persona molto conosciuta che si  interessava alla squadra con grande passione. Ero appena andato via quando ho saputo quello che era successo”.

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore