Il Tirreno

Livorno

La storia

L’impresa di Sabrina, completa il giro dell’isola di Capraia a nuoto senza muta battendo freddo e fatica


	Sabrina Peron
Sabrina Peron

L’avvocata milanese ha sfidato una temperatura dell’acqua compresa tra i 14 e 17 gradi. È la quarta a portare a termine il periplo di 20 chilometri: «Vinta una sfida bellissima»

28 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CAPRAIA ISOLA. Sabrina Peron, avvocata milanese e nuotatrice esperta in acque fredde, ha realizzato un’impresa mai affrontata prima: il periplo dell’Isola di Capraia a nuoto (20 km) senza indossare la muta, ovverosia “unassisted” come vengono classificate questo tipo di nuotate dalla Word Open Swimming Association. La Swim Around Capraia del 2024, organizzata dalla Delegazione della Lega navale di Capraia Isola e da Abbracciamoli Onlus, ha dunque registrato un altro primato in quanto nessuno dei nuotatori che l’avevano effettuata in precedenza lo aveva mai fatto con temperatura dell’acqua tra i 14 e i 15 gradi indossando solo il costume da bagno.

L’impresa di Sabrina è stata possibile all’interno di una finestra di opportunità venutasi a creare in un periodo di forte instabilità meteomarina, che non ha fatto desistere né gli organizzatori né la coraggiosa protagonista che, in 7 ore e 56 minuti ha concluso l’impresa.

Le condizioni del mare che erano buone ma molto variabili e la temperatura media dell’acqua di mantenuta nel range da 14° a 17° sono state la sfida di un’atleta unica per forza e tenacia. Queste le sue parole: «Un’impresa ricca di emozioni, mare e paesaggio mozzafiato e un equipaggio che assistendomi al meglio mi ha consentito di concludere il periplo. Anche se si nuota da soli un team di supporto preparato e affiatato è indispensabile».

Sabrina Peron, del resto, non è nuova a confrontarsi con sfide “impossibili”: è lei infatti la prima e unica donna italiana ad avere ottenuto la “Triple Crown”, che viene assegnata ai nuotatori che si sono cimentati nelle tre più impegnative nuotate al mondo: il canale tra Los Angeles- Isola di Catalina (32.5 km), realizzata nel 2015, il periplo penisola Manhattan (48.5 km), realizzata nel 2018 e la traversata del Canale della Manica (33 km), realizzata nel 2020.

A giugno 2023 è stata tra i 18 nuotatori che, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della plastica, hanno attraversato a staffetta il canale di Corsica, da Macinaggio a Capraia e, folgorata dalla bellezza dell’isola è voluta tornare per compiere qualcosa che nessuno aveva mai tentato prima. La Swim Around Capraia, manifestazione organizzata dalla Lega Navale Italiana di Capraia e Abbracciamoli Onlus, è una sfida rivolta ad esperti nuotatori in acque libere e si posiziona tra le prime sette nuotate più sfidanti al mondo. Oltre a Sabrina, a oggi, tre sono i nuotatori che sono riusciti a terminarla: Davide Chiaverini (2015), Cristiano Scotti (2016), detentore del record (6h 36m) e Monica Cordano (2022), prima donna che ha impiegato 7h 14m. Tutti però, avevano effettuato la nuotata in mesi estivi o autunnali, con acque calde, cioè sopra i 23° e indossando una muta. l
 

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione