Il Tirreno

Livorno

il commento del ds raffaele pinzani 

«Giusto fermare tutto fino al 30 così da recuperare gli infortunati»

A.L.
«Giusto fermare tutto fino al 30 così da recuperare gli infortunati»

31 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





livorno. Il campionato di Eccellenza Toscana si ferma fino al 23 gennaio compreso, quindi seguendo il normale calendario si dovrebbe tornare in campo il 30, ovviamente con un occhio sempre a seguire la situazione pandemica che deciderà l’eventuale ritorno al calcio giocato. Fin lì solo allenamenti. «Questa decisione era nell’aria da tempo e quindi non ci coglie di sorpresa – commenta il direttore sportivo del Livorno Raffaele Pinzani – Sono d’accordo con l’idea del Presidente del Comitato Regionale, la reputo una decisione saggia. Esattamente come quella di aver fatto gironi con meno squadre che ci aiuterà per non finire il campionato troppo tardi». Una decisione sopra le parti, dovuta ad un aumento vertiginoso dei casi di positività al Covid-19 in Toscana, e più in generale in tutta Italia, che se guardiamo solo al lato sportivo potrà tornare più favorevole ad alcune compagini rispetto che altre. «Troppo stop sicuramente non è vantaggioso per una squadra che è prima, viene da 5 vittorie consecutive ed ha trovato la quadra. Si sa che quando si vince si vorrebbe giocare subito, ma allo stesso tempo questo ci permette di presentarci in condizioni migliori alla prossima partita. A fine mese Luci sarà tesserato ed avremo il tempo per recuperare al meglio tutti gli infortunati, mentre se avessimo giocato il 9 a Fucecchio avremmo avuto qualche defezione di non poco conto. Detto questo, ci tengo a sottolineare la totale fiducia negli organi competenti nella speranza che la situazione tra un mese sia più rosea. Noi in qualsiasi caso ci faremo trovare pronti». Alla ripresa degli allenamenti sarà fondamentale la valutazione dei rientri di Bellazzini (sempre più vicino), Torromino e Palmiero. «Il suo stop non ci voleva, il ragazzo era appena tornato a pieno regime. Se per questo torniamo sul mercato? No, il mercato del Livorno è chiuso».



Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina