Il Tirreno

Livorno

Madre e figlia di otto anni si scontrano in monopattino elettrico contro un'auto

Stefano Taglione
L'incidente sul monopattino elettrico
L'incidente sul monopattino elettrico

Livorno: l'incidente all'incrocio con via Garibaldi e via Palestro. La donna multata perché sul "segway" avrebbe dovuto viaggiare da sola

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Erano in due sul monopattino elettrico – già di per sé proibito dal codice della strada – quando si sono scontrate contro un’auto all’incrocio fra via Garibaldi e via Palestro, davanti a un bar. Incidente stradale poco dopo le 13.30 di giovedì 29 aprile all’intersezione fra le due strade, con una mamma di 45 anni e la figlia di otto (nata del 2013) rimaste lievemente ferite dopo lo scontro con un’auto.

La dinamica è al vaglio della polizia municipale, prontamente intervenuta dopo l’allarme al numero unico 112, mentre dei soccorsi si sono occupati i volontari della Croce rossa italiana – i primi ad arrivare sul posto dalla vicinissima sede di via Lamarmora – e i colleghi della Svs di via San Giovanni. Entrambe le ambulanze erano senza medico a bordo, proprio perché mamma e figlia per fortuna non sono mai state in condizioni preoccupanti.

Al di là dell’incidente stradale, per il quale gli agenti dovranno valutare le eventuali responsabilità della donna alla guida del monopattino elettrico e dell’automobilista, la legge italiana dice che non si può viaggiare in due sui monopattini elettrici e, per altro, i ragazzini sotto i 14 anni non potrebbero salirci neanche da soli, visto che c’è un limite di età. È il limite previsto dalla normativa in vigore, adottata dal Governo, quindi la mamma è stata multata dalla polizia municipale.

Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina