Il Tirreno

Grosseto

LA TRAGEDIA

Muore in vacanza ex operaia della Mabro: i ricordi delle colleghe

Sara Landi
Loriana Giorgi
Loriana Giorgi

Colonna portante dell'azienda, si è sentita male in Abruzzo. La salma torna in Maremma per essere tumulata 

31 agosto 2021
1 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Doveva essere una bella vacanza con il proprio compagno ma si è trasformata in un una tragedia. La grossetana Loriana Giorgi, 73 anni, è morta per un infarto mentre si trovava in vacanza in Abruzzo.

È stata portata all’ospedale di Avezzano (L’Aquila) ma per lei non c’è stato nulla da fare. La donna, che abitava al villaggio Curiel dove si occupava dell’anziana madre, aveva lavorato fino all’età della pensione come operaia alla Mabro, iniziando la sua collaborazione nello storico scantinato di via Damiano Chiesa dove l’azienda di confezioni e abiti per uomo aveva sede negli anni Sessanta prima che fosse costruito il grande stabilimento di via Senese. A ricordarne la serietà e capacità lavorativa è uno dei dirigenti storici della Mabro e stretto collaboratore del fondatore Manlio Brozzi, Maurizio Favilli, che con sgomento e commozione ha appreso la tragica notizia arrivata dall’Abruzzo.

«Loriana seguiva tutta la lavorazione delle giacche – dice Favilli – e per la sua abilità poteva essere impiegata come jolly anche in altre mansioni. Dagli albori della Mabro fino al momento di andare in pensione è stata un elemento di assoluto valore dell’azienda».

La salma di Loriana Giorgi rientrerà nella giornata di martedì 31 agosto a Grosseto per essere tumulata al cimitero di Sterpeto.
 

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino