Il Tirreno

Empoli

la conferenza stampa di fine anno 

Oltre 60 milioni di euro in opere pubbliche La sindaca: «È la nostra visione del futuro»

Luca Signorini
Oltre 60 milioni di euro in opere pubbliche La sindaca: «È la nostra visione del futuro»

Nel 2022 cantiere per collegare la zona di Serravalle e la statale 67. Barnini: «Empoli è come un capoluogo, senza esserlo»

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Luca Signorini

empoli. Oltre 60 milioni di euro in tre anni per la “rigenerazione urbana” della città. «Questo piano delle opere rappresenta la visione che abbiamo di Empoli, che ha le stesse caratteristiche di un capoluogo di provincia senza esserlo», ha detto ieri la sindaca Brenda Barnini durante la conferenza stampa di fine anno. Ha aggiunto: «Il 2021 è stato un anno faticoso soprattutto da un punto di vista morale e di relazioni tra le persone, ma c’è stata grande vivacità dell’edilizia privata, il territorio è stato un cantiere a cielo aperto. Nel 2022 dobbiamo metterci alle spalle l’emergenza sanitaria, cambiare prospettiva e avere la capacità di guardare lontano».

infrastrutture

L’anno che verrà porterà i cantieri per la nuova strada di collegamento tra il quartiere di Serravalle e la statale 67, per la rotatoria su via Cherubini, la messa in sicurezza idraulica del torrente Orme in zona Casenuove (6,5 milioni la spesa) e a Marcignana, a Ponzano l’ampliamento del sottopasso di via Pratignone. E inoltre più di 3 milioni di euro di interventi sui cimiteri fra Sant’Andrea, Cappuccini, Pianezzoli, Monterappoli e Pontorme. Ci sono anche 1,4 milioni per i percorsi ciclopedonali nel triennio e 1,5 milioni per manutenzione ordinaria e decoro urbano.

scuole

Cinque milioni per la nuova scuola elementare e la palestra di Pontorme. Poi 3 milioni per la nuova scuola Carducci, 900.000 euro per il nido Melograno, un milione per la ristrutturazione e l’ampliamento della Don Bosco di Ponte a Elsa e infine oltre 2 milioni per il nuovo asilo nido Stacciaburatta.

sport

Il Comune nel 2022 punta a pubblicare il bando di alienazione dello stadio Castellani, è in corso la valutazione del valore da parte dell’Agenzia delle Entrate. E a realizzare (con 7 milioni, 2 arrivano con un finanziamento della Città Metropolitana) il Campus dell’atletica leggera di via Sanzio, al servizio del polo scolastico superiore con i suoi 5.000 studenti. Tra le intenzioni dell’amministrazione ci sono quelle di trovare l’area e le modalità di costruzione del nuovo palazzetto dello sport, e di affidare a una società esterna la gestione della piscina comunale.

cultura

«Il prossimo anno faremo il bando di progettazione del polo culturale tra il Palazzo delle esposizioni e piazza Guerra, con il teatro civico», ha detto Barnini. E inoltre, la riconversione dell’ospedale vecchio e dell’ex convitto in un centro giovanile 0-14 anni, con biblioteca e spazi per il coworking. Poi l’ampliamento del museo della Collegiata (1,5 milioni di euro).

i restauri

A cominciare dall’ex Sert, che già a gennaio 2022 diventerà presidio socio-sanitario territoriale. Una cifra di 5,4 milioni di euro serve per la trasformazione da ecomostro a “ecopark” dell’immobile di via Gobetti nella frazione di Ponte a Elsa, e 550.000 euro il recupero di Casa Cioni nella frazione di Santa Maria. È in corso la progettazione esecutiva per il restauro conservativo da 1,6 milioni del Palazzo Ghibellino in piazza Farinata degli Uberti, dove avranno sede gli uffici istituzionali del Comune di Empoli (giunta, consiglio, stanze di sindaco e assessori). E ancora, in centro città, il restauro di Porta Pisana (400.000 euro il costo), il recupero della seconda ala del complesso San Giuseppe su via Roma (6,5 milioni), la nuova pavimentazione di via Lavagnini e l’ultimo tratto di via del Papa (400.000 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire