Il Tirreno

La Swag è uno spettacolo vero. Il San Miniato piegato nel finale

di Michele Amadori

	Un’azione del playmaker Bruni
Un’azione del playmaker Bruni

Partita tiratissima in un PalaPoggetti gremito per spingere i rossoblù all’impresa. Ultimi secondi bellissimi, a decidere è la freddezza di Pistolesi e Pedroni

27 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





CECINA. Tutto secondo le aspettative. Tra Cecina e San Miniato va in scena una partita vera, tra due squadre che meritano i piani alti della classifica e che si sono contese fino all’ultimo secondo la vittoria. I rossoblù la vincono con caparbietà, spinti anche da un PalaPoggetti gremito sugli spalti. Punteggio equilibratissimo nella prima metà del tempo. Le due difese sono ben schierate e fanno la differenza, con Cecina che è comunque brava a scardinare la retroguardia dell’Etrusca con Bruni e Turini, portandosi sul 6-2. Lovato consente ai suoi di nuovo di rientrare, ma poi i rossoblù rispondono e si portano in doppia cifra di vantaggio: 25-14. L’inizio del secondo quarto è più favorevole a San Miniato che con Menconi e Lovato riesce a riportare lo svantaggio sotto i 10 punti (29-21). Su un gap stabile di 9/10 punti, le due squadre iniziano a rispondersi punto su punto e il punteggio a metà tempino è di 35-28, con l’Etrusca che però ha dalla sua l’inerzia della gara e prova la rimonta. La Swag risponde e con una schiacciata di Milojevic e un canestro di Pistillo in contropiede, a 3’ dall’intervallo siamo di nuovo sul +8: 39-31, che diventa 44-33 al 20'. L’Etrusca, al rientro in campo, vuole accorciare da subito il gap e ci riesce con Jovanovic che mette dentro un break da 7-1. Cecina vede, in poco più due giri d’orologio, perdere tutto il vantaggio acquisito. Da Prato chiama il timeout, ma il primo effetto è il pareggio di Lovato sul 45-45. Il vantaggio ospite arriva di lì a poco e a metà del terzo quarto, dopo la tripla di Menconi, siamo sul 49-50 in favore degli ospiti. Turini decide di mettersi in proprio e un mini break personale da 5-0, consente ai rossoblù di riportarsi sul +4 con 4’ ancora da giocare prima della mezz’ora. La partita si accende ulteriormente nelle battute finali del terzo periodo, con San Miniato che trova per la prima volta in vantaggio con una tripla di Ndour: e all’ultimo intervallo, il vantaggio dei pisani è di 5 punti. Tutto si decide nell’ultima frazione. Cecina mangia 3 punti a San Miniato con la tripla di Pedroni, Menconi risponde e dopo i primi 2 minuti del parziale, San Miniato è ancora a +5. Gli ospiti mantengono la vetta, poi Da Prato rigetta nella mischia Bruni e la musica cambia di nuovo. 2 punti del 15 e un assist a Milojevic significano parità a 5’ dalla fine. Ogni aspetto tattico ormai è saltato e le due squadre si rispondono punto su punto, per un finale bellissimo. A 3’ dal termine Pedroni va in lunetta mettendo dentro i canestri dell’82-81 per i rossoblù. Pistolesi scrive il +3, Lovato fa 0 su 2 dalla lunetta e nell’azione seguente Cecina concretizza con Pedroni l’85-81. Cecina mantiene il vantaggio e conquista una vittoria importantissima nel suo cammino. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La risposta alla tragedia

Fornaci di Barga: migliaia di persone al corteo in memoria di Maria, uccisa dal marito

Le nostre iniziative