Il Tirreno

Rai: Foti, 'nessuna giustificazione per domanda religiosa a Mieli'

24 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 24 apr. (Adnkronos) - "Filtra un’aria pesante da certe redazioni della Rai. È il caso dell’interrogatorio sulla appartenenza religiosa a cui è stata sottoposta la senatrice Ester Mieli, ospite di una trasmissione radiofonica che ha dovuto rispondere alla domanda di apertura “Lei è ebrea?”. Domande di questo tipo non possono trovare giustificazione alcuna, tantomeno in luoghi in cui il dibattito dovrebbe essere all’insegna della tolleranza, a partire dagli atenei italiani trasformati troppe volte in luogo di scontri e aggressioni per mano di movimenti antagonisti le cui posizioni spesso coincidono con quelle di un antisemitismo strisciante. Violenze che vengono puntualmente ignorate, se non addirittura giustificate, dai parlamentari delle opposizioni". Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei deputati, Tommaso Foti. "Ci auguriamo che i responsabili della trasmissione e il conduttore interessato si scusino immediatamente per una domanda che porta indietro le lancette del tempo, ai periodi più oscuri della storia fatti di pogrom e persecuzioni verso le minoranze religiose. Ma davvero le premesse di un’intervista possono essere quelle dell’appartenenza religiosa? Se qualcuno lo avesse chiesto ad un interlocutore di fede musulmana quanti processi a porte aperte avrebbero già celebrato le sinistre?", conclude l'esponente di Fdi.
Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati