Il Tirreno

Sci di fondo: Chanavat e Svahn primi leader del Tour de Ski, Hellweger 9° e Pellegrino 11°

30 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Dobbiaco, 30 dic. - (Adnkronos) - Il diciottesimo Tour de Ski si apre nel segno del francese Lucas Chanavat e della svedese Linn Svahn che firmano la sprint in tecnica libera nella Nordic Arena di Dobbiaco (Bolzano), atto inaugurale delle sette tappe che si concluderanno domenica 7 gennaio in Val di Fiemme. La sprint pusterese ha visto Michael Hellweger chiudere al nono posto, precedendo di poco, nella seconda delle due semifinali, Federico Pellegrino, undicesimo. Sono stati nel complesso sette gli azzurri che hanno saputo superare il taglio delle qualificazioni, con Nicole Monsorno diciottesima e Caterina Ganz ventinovesima al femminile. Chanavat ha interpretato il ruolo di dominatore sin dal turno preliminare. In finale il transalpino non ha concesso nulla alla concorrenza, precedendo sul traguardo il connazionale Jules Chappaz e lo statunitense Ben Ogden: terzo successo in carriera per lui e primo podio in Coppa del Mondo invece per Chappaz e Ogden. Come detto la seconda semifinale si è rivelata fatale per i due azzurri capaci di superare il primo turno. Mentre Chappaz e Ogden andavano a prendersi la finale, Hellweger e Pellegrino hanno completato la prova in quinta e sesta piazza mentre le batterie avevano proposto il semaforo rosso a Davide Graz (terzo per il 15esimo posto finale), Elia Barp (quarto, ventesimo nella classifica finale) ed Alessandro Chiocchetti sesto per il ventinovesimo posto complessivo. Per il ventisettenne Hellweger si tratta del miglior risultato in carriera nel massimo circuito, prima della sprint di Dobbiaco infatti non era ancora riuscito ad approdare alle semifinali in una sprint di Coppa del Mondo. In precedenza era sfuggita di poco la qualificazione a Giacomo Gabrielli (36esimo) mentre più indietro in classifica sono arrivati il debuttante Martino Carollo (44esimo), Simone Daprà (59esimo), Francesco De Fabiani (72esimo), Giandomenico Salvadori (80esimo), Dietmar Nöckler (87esimo) e Paolo Ventura (98esimo); tra gli altri non ha superato il taglio lo svedese Calle Halfvarsson. Doppietta svedese nella gara femminile, con la ventiquattrenne Linn Svahn che ha superato in finale la connazionale Jonna Sundling e la norvegese Kristine Stavaas Skistad. Il cammino di Nicole Monsorno e Caterina Ganz si è interrotto in batteria. La fiemmese Monsorno ha completato la propria batteria al quarto posto dietro alla tedesca Victoria Carl e alle due svedesi Johann Hagström e Moa Ilar. Sesto posto invece per la fassana Ganz nella seconda batteria, firmata dalla svedese Linn Svahn sulla svizzera Nadine Fähndrich. In mattinata, la qualificazione era sfuggita per un nulla per le due debuttanti Federica Cassol (32esima) e Iris De Martin Pinter (34esima); più attardate Nadine Laurent (44esima), Martina Di Centa (53esima), Federica Sanfilippo (54esima) ed Anna Comarella (60esima). Domenica 31 dicembre il secondo atto della tappa di Dobbiaco proporrà una 10 chilometri in tecnica classica con partenza individuale: la gara femminile è in programma alle 12:15, la maschile alle 15.
Primo piano
L’emergenza

Talamone, è morta la balena che era rimasta incastrata in porto – Video

di Ivana Agostini