Il Tirreno

Toscana

Il dettaglio

Meteo in Toscana, ancora “cielo giallo” e caldo afoso: la previsione per il fine settimana

di Tommaso Silvi

	Il fenomeno del cielo giallo
Il fenomeno del cielo giallo

Il punto della situazione: le correnti meridionali dall’Africa porteranno di nuovo la polvere del Sahara nei nostri cieli

29 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Ci risiamo. Tra la primavera e l’inizio dell’estate 2024 il fenomeno si è ripetuto più volte. E adesso ecco l’ennesima replica. Sulla Toscana torna il “cielo giallo” determinato dalla presenza in atmosfera delle polveri provenienti dal deserto del Sahara. Una situazione che sarà accompagnata da temperature piuttosto calde, ma con cielo lattiginosi che non permetteranno al sole di splendere completamente. 

La situazione

Il picco massimo della polvere nei cieli toscani lo avremo nella giornata di sabato 29 giugno. Al mattino sereno o poco nuvoloso, poi nel corso della giornata ecco il tocco del deserto a sporcare il cielo, con temperature attorno ai 30 gradi sulla costa e 34-36 gradi nelle pianure interne. Proprio a causa delle polveri del Sahara – che creeranno una sorta di “cappa” – sarà notevole la sensazione di afa. Il fenomeno che arriva dall’Africa si attenuerà nella giornata di domenica 30 giugno, quando in Toscana ci sarà cielo sereno o poco nuvoloso, salvo addensamenti sulle province nord-occidentali, dove non si escludono brevi piogge. Temperature minime in prevalenza stazionarie, massime in calo con punte di 33 gradi nel grossetano.

La spiegazione

Come accennato in precedenza, il passaggio della massima concentrazione di polvere sahariana sull’Italia si verificherà nella giornata di sabato 29 giugno, quando in quota – quindi molto al di sopra delle nostre teste –  risulterà più strutturata l’impostazione delle correnti dai quadranti meridionali che “pescheranno” la polvere dall’Africa. 

Primo piano
Abitare

Salva Casa, dalle mini-case ai soffitti più bassi: tutte le novità del decreto

di Barbara Antoni
Sport