Il Tirreno

Toscana

Elezioni comunali 2024
Tutti i risultati

Elezioni comunali in Toscana: il centrosinistra vince a Livorno e Prato. Ballottaggio a Firenze, Empoli e Piombino. I sindaci eletti: il maxi tabellone


	In alto da sinistra: Salvetti (Livorno), Folloni (Filatteria), Buoncristiani (Follonica) e Giannetti (Fivizzano)
In alto da sinistra: Salvetti (Livorno), Folloni (Filatteria), Buoncristiani (Follonica) e Giannetti (Fivizzano)

Ballottaggio anche a Montecatini, Pontedera, Ponsacco, San Miniato, Collesalvetti e Poggibonsi. Verdetti sorprendenti a Lamporecchio e al Giglio. Ribaltone a Santa Croce sull’Arno. Tutti i sindaci eletti Comune per Comune

10 giugno 2024
30 MINUTI DI LETTURA





A Livorno vince il centrosinistra, così come a Prato. Ballottaggio a Firenze, Piombino e Montecatini. Questa la sintesi delle città più grandi al voto in Toscana. Nei Comuni oltre i quindicimila abitanti, in cui nessun candidato ha superato il 50% dei voti al primo turno, i ballottaggi si terranno il 23 e 24 giugno.

Qui Livorno

Luca Salvetti (centrosinistra) viene confermato al primo turno sindaco di Livorno. (qui per approfondire)

Qui Firenze

A Firenze è ballottaggio tra Sara Funaro e Eike Schmidt. Schmidt: «Dieci punti di distacco si possono recuperare». (qui per approfondire)

Qui Prato
A Prato vince Ilaria Bugetti del centrosinistra. (qui per approfondire)

PROVINCIA DI LIVORNO

Sarà ballottaggio a Collesalvetti per eleggere il nuovo sindaco: in lizza Sara Paoli (centrosinistra) e Carlo Fredianalli del centrodestra.

Salvatore Giangrande e Lia Burgalassi a Cecina si contendono la poltrona di sindaco al ballottaggio. Il candidato del centrodestra è in vantaggio avendo raccolto il 30,12% delle preferenze mentre la candidata del centrosinistra si è fermata al 27,14%.

A Rosignano ci sarà ballottaggio tra il candidato di Pd (più liste civiche) e sindaco uscente Daniele Donati che ha ottenuto 5.373 voti (il 35,30%) e Claudio Marabotti, candidato di Rosignano nel Cuore, Movimento 5 Stelle e lista civica che ha ottenuto 4,745 voti (il 31,17%). Al terzo posto con un distacco di soli 97 voti dal secondo c’è il candidato del centrodestra Roberto Testa (30,53% dei voti). Segue Paolo Bini con 456 voti il 3%.

Jessica Pasquini è stata rieletta sindaca di Suvereto. Dopo poco meno di due ore dall'inizio dello scrutinio la prima cittadina uscente - a capo della lista Assemblea Popolare Suvereto - è stata confermata alla guida del comune con il 58,78% dei voti. Fermo al 41,22% lo sfidante Edoardo Parello, a capo della lista civica "Una storia nuova" sostenuta dal Partito Democratico locale. Pasquini ha ottenuto 967 voti contro i 678 di Parello, conquistando così 7 dei 10 seggi a disposizione nel consiglio comunale.

Alberta Ticciati è stata confermata sindaca di Campiglia Marittima con il 57,14% dei voti. Netto il distacco sui rivali: Matteo Tortolini con la lista la Svolta conquista il 28,89% delle preferenze mentre Alessio Albertoni della lista Cambiamo Futuro si ferma al 13,97%. In questo modo Ticciati - alla guida della lista Impegno Comune sostenuta dal centrosinistra - amministrerà il Comune con 11 seggi a disposizione: all'opposizione riservati cinque posti divisi tra La Svolta (4 seggi) e Cambiamo Futuro (1 seggio). A Campiglia Marittima ha votato il 65,94% dei 10.352 aventi diritto: 258 le schede nulle, 133 le schede bianche.

A Marciana Confermato il sindaco uscente Simone Barbi a capo della lista Per Creare Futuro. Il primo cittadino correva da solo per tornare a guidare il Comune dopo gli ultimi cinque anni: ha dovuto quindi prima affrontare il "nemico invisibile" dell'astensionismo (superato ampiamente con il 67,22% degli aventi diritto che si è recato alle urne) e poi lo scoglio del 50% dei voti validi a proprio favore. Per Barbi hanno votato 890 elettori marcianesi su un totale di 1.167 votanti (pari al 76,3% delle preferenze).

 Arriva la conferma per Walter Montagna alla guida del Comune di Capoliveri. Il primo cittadino uscente era l'unico candidato a sindaco in corsa: per lui il primo scoglio è stato superare la soglia del 40% dell'affluenza alle urne (arrivata al 71,10% dei 3.138 aventi diritto) dopodiché ottenere almeno il 50% in termini di voti validi. La risposta in questo caso è stata molto importante per Montagna che ha ottenuto ben 1.821 voti validi su un totale di 2.231 votanti (pari all'81,62%): un vero attestato politico e di fiducia per la giunta che nelle ultime settimane non ha passato momenti facili in seguito anche all'inchiesta della Procura di Livorno in relazione a una serie di presunti abusi edilizi ed episodi di corruzione che ha visto coinvolto anche il vicesindaco uscente.

Confermato alla guida del Comune di Bibbona Massimo Fedeli. Il primo cittadino uscente, a capo della lista civica Bibbona Unita, ha conquistato il 66,55% dei voti. Ritagliandosi così un netto distacco sul diretto avversario: Matteo Celli e la sua lista "Insieme per il futuro" non sono andati oltre il 33,45% dei voti. A Bibbona ha votato il 72,15% dei 2.539 aventi diritto, con 31 schede nulle e 22 schede bianche registrate al termine dello spoglio dei voti. La nuova amministrazione governerà il Comune con 8 seggi a disposizione in consiglio comunale contro i 4 seggi conquistati dall'opposizione guidata da Celli. 

Oltre 800 voti di distacco sulla principale contendente. Sandra Scarpellini si conferma sindaca di Castagneto Carducci e si prepara a inaugurare il terzo mandato avendo ottenuto dalle urne il 51,89% dei voti. In termini assoluti la prima cittadina uscente ha ottenuto 2.267 voti, distaccando ampiamente la principale rivale nella corsa alla poltrona di sindaca Ombretta Bartoli, che con la lista civica Noi per Castagneto si è assestata sul 33,01% ottenendo 1.442 voti. Ferma al 15,11% invece Catia Mottola, alla guida della lista Responsabilità Civica (660 le preferenze ottenute).

La rieletta sindaca avrà ora a disposizione per governare 8 seggi in consiglio comunale, mentre i 4 seggi previsti per l'opposizione saranno divisi tra Noi per Castagneto (3) e Responsabilità Civica (1).

A Portoferraio è sindaco Tiziano Nocentini con il 49,71%.

PROVINCIA DI PISA

A Pontedera è ballottaggio tra Matteo Franconi (centrosinistra) e Matteo Bagnoli (centrodestra). Franconi non supera il 50 più uno per cento per soli 96 voti. Il secondo turno è previsto per il 22 e 23 giugno.  I voti per Franconi sono stati 6977 e quelli per Bagnoli 5351. Denise Ciampi (sinistra) 950 e Alberto Andreoli (presidio civico) 866.

È ballottaggio a Ponsacco tra Fabrizio Lupi (centrosinistra) e Gabriele Gasperini (centrodestra).

Stessa situazione a San Miniato: qui si sfideranno Simone Giglioli (centrosinistra) e Michele Altini (centrodestra).

Volterra: Giacomo Santi (centrosinistra) confermato sindaco per 20 voti: 2.573 voti contro 2.553 di Francesca Giorli (Coalizione Volterra Civica).

Giacomo Tarrini è per la terza volta sindaco di Chianni. La sua lista civica “Uniti per Chianni” era l’unica a presentarsi e ha ottenuto il 78% dei consensi. “Per il nostro paese una bella prova di democrazia, vista anche la partecipazione. Grazie a tutti, ora riprendiamo il nostro lavoro” sono le parole del sindaco.

Fabio Tedeschi eletto sindaco di Lajatico con il 57% dei voti, la sua era l’unica lista che si presentava “Lajatico storia e futuro”. Questo il risultato: voti di lista 453, bianche 194, nulle 138. Totale votanti 788. «Abbiamo evitato il commissariamento, non è stato facile, abbiamo fatto una campagna elettorale strana, con oppositori fantasma che invitavano a non votare», dice Tedeschi.

Pomarance: Graziano Pacini (La Sinistra per Pomarance Bene Comune), eletto sindaco con il 51,9% dei voti; battuto Leonardo Fedeli (Patto Comune): lo scarto è di 113 voti. Pacini torna sindaco a distanza di vent'anni: era stato il primo cittadino dal 1990 al 2004.

Renzo Macelloni si conferma sindaco di Peccioli per la settima volta con la sua lista “Peccioli futura” che ottiene il 71% dei consensi. A Peccioli hanno votato 2730 cittadini, voti validi 1942. Nulli:411, bianche 377. “Sono soddisfatto, è stata un’elezione vera. Il fatto che ci sia stato il 28% circa tra schede nulle e bianche dimostra che i cittadini ci hanno voluto, credono nei nostri progetti che noi continueremo a portare avanti, mettendone in cantiere anche di nuove” è il primo commento di Macelloni.

Secondo mandato per Matteo Ferrucci, centrosinistra, confermato sindaco del Comune di Vicopisano con la lista Civica Vicopisano in Cammino che ha raggiunto l’85,73% dei voti contro il 14,27% dell’avversario Roberto Orsolini candidato della lista di centrodestra Vicopisano del Cambiamento.

Claudia Manzi è stata confermata alla guida del Comune di Casale Marittimo. La sindaca uscente ha ottenuto il 65,62% delle preferenze con la sua lista Essere Casale conquistando così 7 dei 10 seggi a disposizione in consiglio comunale. Fermo al 34,38% lo sfidante Adriano Gianfaldoni, alla guida della lista civica Per Casale. Un divario netto che è arrivato al termine dello scrutinio delle 660 schede (di cui 11 nulle e 12 bianche): a Casale Marittimo ha votato il 72,61% dei 909 aventi diritto.

Cambio alla guida del Comune di Montescudaio. Al termine dello spoglio delle 1.224 schede pervenute alle urne a vincere la corsa alla carica di primo cittadino è stato Loris Caprai, alla guida della lista civica "Montescudaio di tutti". Caprai è riuscito a ottenere il 50,53% delle preferenze (un totale di 575 voti) ottenendo così 7 seggi in consiglio comunale sui 10 a disposizione. Costretta all'opposizione la sindaca uscente Simona Fedeli che ha ottenuto il 49,47% delle preferenze (563 voti in totale, per un distacco di appena 12 voti).

In tutto a Montescudaio ha votato il 66,52% dei 1.840 aventi diritto, con 59 schede nulle, 26 schede bianche e una scheda contestata.

Ribaltone a Santa Croce sull'Arno. Il centrodestra trionfa con Roberto Giannoni, che batte la candidata del centrosinistra Mariangela Bucci. In attesa dell'ufficializzazione dei dati, è già partita la festa nel quartier generale di Giannoni: «Abbiamo fatto una campagna elettorale all'insegna del rispetto e dell'educazione, parlando con la gente - dice il neosindaco - . E questo ha pagato. La vicenda keu? Non credo abbia pesato più di tanto. Abbiamo fatto una lista di santacrocesi che avevano voglia di cambiare».

Arianna Cecchini si conferma alla guida del comune di Capannoli con il 49,65 dei voti.  Si ferma al 31,27% Silvia Rocchi con una lista civica sostenuta dal centrodestra.  Barbara Cionini, candidata del Pd ottiene il 19,08 per cento dei voti.

Marica Guerrini è la nuova  sindaca di Palaia. Guerrini assessora uscente al suo primo mandato era appoggiata dalla lista “Progressisti e civici” ed ha ottenuto il 75,35% dei voti, superando la sfidante Antonella Scocca, candidata del centrodestra con la lista “SiAmo Palaia”, che ha raccolto il 24,65% dei voti.

Dalle urne arriva la conferma a sindaco di Monteverdi per Francesco Govi. Nel Comune che ha registrato un'altissima affluenza ai seggi (oltre l'80% degli aventi diritto è andato a votare) a vincere la sfida elettorale è stato il primo cittadino uscente che ha ottenuto 266 voti (pari al 55,88% delle preferenze) conquistando così 7 dei 10 seggi a disposizione in consiglio comunale. Fermo al 44,12% (equivalente di 210 voti) lo sfidante Carlo Quaglierini della lista L'Alternativa.

A Fauglia è stato eletto il sindaco uscente di centrosinistra Alberto Lenzi candidato di Lenzi per Fauglia Democratica che ha vinto con 1.131 voti (il 62,38%) contro Riccardo Froli della Lista civica per Fauglia appoggiata dal centrodestra che si è fermato al 37,62% con 682 voti.

Con oltre il 65% vittoria netta per Matteo Cecchelli, centrosinistra, a San Giuliano Terme. Il nuovo sindaco, che raccoglie l’eredità del suo predecessore Sergio di Maio, grazie alla coalizione di liste civiche e partiti di centrosinistra conquista il palazzo con il 65,05% delle preferenze contro la giovane sfidante, Ilaria Boggi, del centrodestra, che si ferma al 34,95%.

Cristiano Alderigi si conferma sindaco di Calcinaia, si presentava con la lista civica di centrosinistra “Uniti per Calcinaia” contro lo sfidante, consigliere di opposizione appoggiato dalla civica di centrodestra “Adesso Calcinaia” Daniele Rafagni. Netta la vittoria di Alderigi con  68,41% (4.065 voti) contro il 31,58% del candidato sindaco Ranfagni,  1.876 voti.

Linda Vanni è la nuova sindaca di Montopoli. La vicesindaca uscente, candidata del centrosinistra, ha conquistato il 43% dei voti, battendo Silvia Squarcini (centrodestra), che si è fermata al 40% e il civico Michael Cantarella (17%).

Massimiliano Ghimenti è stato confermato sindaco di Calci per il terzo mandato con una percentuale di preferenze del 69,24 contro la sfidante Serena Sbrana (Uniti per Calci) che ah ottenuto il 30,76% dei voti. Il primo cittadino uscente è al suo terzo mandato.

A Castelfranco di Sotto è stato eletto Fabio Mini, candidato della lista di centrodestra che ha vinto con 2.575 voti (il 42,67%) contro Federico Grossi del centrosinistra che ha ottenuto il  41,09% con 2.480 voti per uno scarto di 95 preferenze. La terza candidata in lizza era Silvia Valori della lista civica che si è fermata a 980 voti per il 16,24%.

Matteo Arcenni con la lista Terricciola Sicura è il nuovo sindaco di Terricciola. Il centrosinistra di Mirko Bini, si ferma a 1.145 (46,30) mentre Arcenni (Fratelli d’Italia e centrodestra) ha ottenuto 1.328 voti (53,70).

Sandro Ceccarelli confermato sindaco di Guardistallo. Un risultato netto quello conquistato dal primo cittadino uscente che ha ottenuto ben 441 voti, pari al 64,47% delle preferenze espresse dai cittadini. Un plebiscito che vale ben 7 dei 10 posti disponibili in consiglio comunale per la lista "Tutti insieme per Guardistallo" che sostiene il sindaco riconfermato. Lo sfidante Gioele Stellati si è fermato a 243 voti, pari al 35,53%. In tutto a Guardistallo hanno votato 716 persone, pari al 71,31% degli aventi diritto: 15 le schede nulle, 17 le schede bianche.

A Castelnuovo Val di Cecina è sindaco Alberto Ferrini con il 50,60%. A Crespina Lorenzana vittoria per David Bacci con il 59,22%.

PROVINCIA DI FIRENZE

A Empoli sarà ballottaggio per la prima volta nella storia: in lizza Alessio Mantelassi (centrosinistra) e Leonardo Masi (M5S). Una partita, il secondo turno, tutta a sinistra quella che attende Empoli tra due settimane.

Cerreto Guidi: la sindaca uscente Simona Rossetti, candidata di Avanti insieme, è stata confermata con 2.917 voti, pari al 59,93% (11 seggi). Simone Barontini, candidato di Centrodestra per Cerreto Guidi, si ferma a 1.171 voti, pari al 24,06% (3 seggi). Susanna Rovai, candidata del Pci, ottiene 480 voti pari al 9,86% 1 seggio); a Gabriel Cordero, lista L'è tutto da rifare, 299 voti pari al 6,14% (1 seggio).

Certaldo: Giovanni Campatelli eletto sindaco al primo turno. Il candidato del centrosinistra ottiene 4.042 voti, pari al 51,2% (10 seggi). Alle sue spalle il candidato civico Pardo Cellini che ottiene 2.346 voti, pari al 29,72% (4 seggi) e la candidata di centrodestra Lucia Masini con 1.506 voti, pari al 19,08% (2 seggi)

Montespertoli: il sindaco uscente Alessio Mugnaini, candidato di Vivo Montespertoli, è stato confermato con 4.328 voti, pari al 62,73% (11 seggi). La sfidante Luciana Morelli, candidata di Montespertoli di tutti, si ferma a 2.571 voti pari al 37,27% (5 seggi).

Daniele Vanni è il nuovo sindaco di Vinci. Il candidato sindaco del centrosinistra con la lista Insieme per Vinci ottiene 4.801 voti, pari al 67,78% (11 seggi). Alessandro Scipioni, candidato del centrodestra con la lista VinciAmo, ottiene 1.671 voti, pari al 23,59% (4 seggi). Il candidato civico per la lista In comune per Vinci Giuseppe Pandolfi ottiene 611 voti, pari all’ 8,63% (1 seggio).

Paolo Pomponi ottiene il terzo mandato a Montaione. Il sindaco uscente, candidato di Vivere Montaione è stato confermato con 1.493 voti, pari all’80,1% (8 seggi). Damiana Bettini, candidata di Montaione Sì, ottiene 301 voti pari al 16,15% (4 seggi). Vanessa Conti, candidata di Insieme per Montaione, si ferma a 70 voti, pari 3,76% (nessun seggio).

Simone Londi, candidato di Noi Montelupo, è il nuovo sindaco di Montelupo. Il candidato di centrosinistra con la lista Simone Londi sindaco è stato eletto con 4.659 voti, pari al 64,21% (11 seggi). Federico Pavese, candidato del centrodestra con Montelupo nel cuore ottiene 1.620 voti, pari al 22,33% (3 seggi). Francesco Polverini, candidato di Montelupo è partecipazione, ottiene 977 preferenze, pari al 13,46% (2 seggi).

Sergio Marzocchi, candidato di Civica Gambassi Terme, è il nuovo sindaco con 1.401 voti pari al 52,12% (8 seggi). La sfidante Samanta Setteducati, candidata di Viviamo Gambassi Terme, ha invece ottenuto 1.287 voti, pari al 47,88% (4 seggi).

Capraia e Limite: Alessandro Giunti è stato confermato sindaco. Con la lista Capraia e Limite nel futuro ottiene 2.188, pari al 55,76% (8 seggi). Guicciardino Del Rosso, candidato di Viviamo, ottiene 955 voti, pari al 24,34% (2 voti). Emanuele Del Mauro, candidato di Siamo Capraia e Limite, si ferma a 781 voti, pari al 19,9% (2 seggi).

Emma Donnini eletta sindaca di Fucecchio al primo turno. La candidata del centrosinistra, vicesindaca uscente nella giunta di Alessio Spinelli, è vicina al 60% (il dato non è ancora ufficiale). Ha sconfitto Vittorio Picchianti (centrodestra) che si attesta poco sotto al 40% e Fabrizia Morelli del Movimento 5 Stelle (intorno al 3%).

Francesca Giannì eletta sindaca al primo turno a Castelfiorentino. La candidata del centrosinistra ha ottenuto 4.786 voti, pari al 61,53 (10 seggi). Susi Giglioli, candidata del centrodestra, si ferma a 1.901 voti, pari al 24,44% (4 seggi). Al terzo posto Fabrizio Macchi, candidato del Movimento 5 Stelle-Europa Verde con 501 voti, pari al 6,44 (1 seggio). Stefano Burgassi, candidato di Castelfiorentino di tutti, ottiene 428 voti, pari al 5,5% (1 seggio). Per Xhonfranko Qazimi, candidato di Castellani per il cambiamento, 162 voti pari al 2,08% (nessun seggio).

Con 4.406 voti e il 59,81% delle preferenze Cristina Scaletti (Fiesole Magnifica) è la nuova sindaca di Fiesole. Si ferma al 23,04% (1.697 voti) lo sfidante Renzo Luchi (Cittadini per Fiesole). 1.264 voti, e 17,16% delle preferenze a Edoardo Canino (Centro destra per Fiesole).

Io candidato del centrosinistra Emanuele Caporaso è il nuovo sindaco di Lastra a Signa col 55,02% (5.090 voti) delle preferenze. Si ferma al 31,56% (2.920 voti) il candidato di centrodestra Paolo Giovannini. 9,58% per Giuseppe Bagni di Rinascita per Lastra e 3,85% per Daniele Sterrantino di Un'altra Signa.

Francesco Pignotti è il nuovo sindaco di Bagno a Ripoli. Sostenuto da Pd, Bagno a Ripoli al centro e Sinistra e Ambiente per Bagno a Ripoli, ha ottenuto il 54,31% delle preferenze. Seconda per preferenze, col 18,67% Sonia Redini (Movimento cinque stelle, Per una cittadinanza attiva e Rifondazione comunista). Si è fermato al 18,42% Michele Barbarossa di Fratelli d'Italia.

A Scandicci è sindaca Claudia Sereni del centrosinistra con il 55,81%.

A Barberino del Mugello è eletta sindaca Sara Di Maio. A Barberino Tavarnelle è sindaco David Baroncelli con il 78,74%. A Dicomano vince il centrosinistra con Massimiliano Amato. A Firenzuola è eletto Giampaolo Buti con il 50,74%. A Greve in Chianti sindaco col 57,21% è Paolo Sottani. A Calenzano a sfidarsi saranno Giuseppe Carovani (Sinistra per Calenzano, Per la mia Città, Calenzano Democratica: 41%), e Maria Arena, sindaca uscente (Pd, Futura, Calenzano in Movimento: 33%) – (qui tutti i Comuni della provincia di Firenze). 

PROVINCIA DI PRATO

A Cantagallo confermato sindaco (terzo mandato) Guglielmo Bongiorno, lista "Cantagallo destinazione futuro 2024", sostenuto dal centrosinistra, con 822 voti ( 53,66%). Il candidato Lorenzo Santi di "Ripartiamo Cantagallo", sostenuto dal centrodestra si ferma a 710 voti.

Francesca Vivarelli, civica appoggiata dal Pd, è la nuova sindaca di Vaiano. Ha battuto il sindaco uscente Bosi, in rotta col Pd, e la candidata del centrodestra Emanuela Paci.

E stata eletta sindaca per una manciata di voti (22 per la precisione) Maria Lucarini, candidata del centrosinistra a Vernio. Un’elezione che si è decisa al fotofinish con una rimonta finale che non è bastata a Marco Ciani, ex Pd, già presidente della Comunità montana, che aveva promosso la lista civica rilanciamo Vernio. Lucarini, prima sindaca donna a Vernio, ha ottenuto 1.305 voti (40,83%) contro i 1.283 di Ciani (40,14%). Flop del centrodestra, col candidato leghista Marco Curcio che non va oltre il 19,02%. Forza Italia in realtà aveva appoggiato Ciani.

Simone Calamai (centrosinistra) confermato sindaco a Montemurlo con oltre il 76%.

PROVINCIA DI PISTOIA

A Montecatini sarà (forse) ballottaggio tra il sindaco uscente Luca Baroncini e il candidato civico, sostenuto anche dal centrosinistra, Claudio Del Rosso. Il "forse" è dovuto alla già annunciata richiesta di riconteggio dei voti del terzo piazzato, ossia Edoardo Fanucci, esponente di Italia Viva ma qui sostenuto da tre liste civiche, e arrivato alle spalle di Del Rosso per appena 10 voti. Il dato finale vede il successo del sindaco uscente Baroncini: un successo parziale visto che 5 anni fa si impose al primo turno, mentre questa volta si è dovuto fermare a 3.085 voti, pari al 33,68%. Non lontano Claudio Del Rosso, che è arrivato a 2.494 voti, pari al 27,23%. E vicinissimo, come visto, Edoardo Fanucci, con 2.484 voti (il 27,12%). Alberto Lapenna, con la lista Montecatini al Centro, ha ottenuto 773 voti, pari all'8,44%, mentre Franco Arena,  candidato sindaco della lista civica Montecatini una storia nuova, si è fermato a 323 voti, ossia il 3,53%.

Simona De Caro è stata rieletta sindaca di Monsummano. E questa volta, rispetto a 5 anni fa, senza nemmeno bisogno del ballottaggio. La candidata sindaca del centrosinistra alla chiusura dello spoglio ha ottenuto 5.591 voti, pari al 56,49% del totale (quindi molto al di sopra del limite del 50% più uno). Alle sue spalle, a oltre 20 punti percentuali di distanza, il candidato sindaco del centrodestra Paolo Venturini, che si è fermato a quota 3.606 voti (il 36,44%).

Ad Agliana sarà ballottaggio tra il sindaco uscente Luca Benesperi (centrodestra) e Guido Del Fante (centrosinistra). Il primo cittadino ha sfiorato il successo al primo turno fermandosi al 47,20%, pari a 4.001 voti. Del Fante è a quasi 10 punti percentuali di distanza, con 3.162 voti (37,30%). A seguire la candidata sindaco di "Agliana al Centro" Ambra Torresi (758 voti, 8,94%), il candidato del Movimento 5 Stelle Alessandro Bartolini (444 voti, 5,24%) e Roberto Bertini (112 voti, 1,32%).

Gabriele Bacci è il nuovo sindaco di Abetone Cutigliano: il candidato della lista di centrosinistra "Vivi Abetone Cutigliano" si è imposto con 664 voti (62,23%) sul candidato della lista "Siamo Abetone Cutigliano" che si è fermato a 403 voti.

Ferdinando Betti è confermato sindaco di Montale: con 2.141 voti (il 39,01%) il candidato della lista di centrosinistra "Montale Concreta" ha superato i suoi contendenti, ossia il candidato della lista di centrodestra "Noi per Montale" Lorenzo Bandinelli  (1.785 voti, pari al 32,52%) e il candidato della lista "Montale Rinasce", ossia l'ex vicesindaco Sandro Nincheri, che ha ottenuto 1.563 voti (il 28,48%).

A Lamporecchio risultato per molti versi sorprendente: il sindaco uscente e segretario provinciale del Pd Alessio Torrigiani, candidato della lista di centrosinistra "Futuro Presente", è stato battuto dalla candidata della lista civica "Insieme si cambia" Anna Trassi, che con 1.999 voti ha conquistato il 50% esatto dei consensi. Torrigiani, secondo, si è fermato a 1.276 voti (31,92%). Al terzo posto il candidato dei partiti di centrodestra Biagio D'Errico, con 475 voti (11,88%). Non conquista nessun seggio infine il Partito Comunista Italiano, che puntava su Monica Innocenti quale candidata sindaca, e che si ferma a 248 voti (6,20%).

Marco Breschi è il nuovo sindaco di Sambuca Pistoiese, il candidato della lista di centrosinistra "Insieme per Sambuca" ha conquistato il 71,85% dei consensi, pari a 485 voti, superando il suo contendente Maurizio Pasquinelli, espressione di Italia Viva, ma sostenuto dal centrodestra, che si è fermato a 190 voti (28,15%). Si conferma dunque quanto accaduto ad Abetone Cutigliano, con una  Montagna Pistoiese "bifronte": nello stesso turno elettorale alle Europee ha premiato nettamente i partiti di centrodestra, mentre nella tornata locale ha invece altrettanto nettamente premiato il centrosinistra.

Il sindaco uscente Daniele Bettarini al secondo mandato bis a Buggiano: la sua lista centro e sinistra Patto per Buggiano a valanga con 3.462 voti (il 78,52%), ampio divario con il candidato di centrodestra Fabio Pinelli, che ha ottenuto appena 757 voti (17,17%), e con Giacomo Grifò della lista Uniti per Buggiano (190 voti, 4,31%).

A Chiesina Uzzanese confermato sindaco Fabio Berti, della lista di centrodestra "Per Chiesina Uzzanese Ancora Insieme", con 1.637 voti (71,48%). Il suo contendente Carlo Cortesi, candidato della lista di centrosinistra "Chiesina e le sue frazioni" si è fermato a 653 voti (28,52%).

A Massa e Cozzile confermata alla guida del comune la sindaca uscente Marzia Niccoli, della lista Centro Sinistra Insieme Massa Cozzile, che ha ottenuto 2.805 voti (71,65%), mentre la sua sfidante Elena Maltagliati, di Massa e Cozzile Civica, si è fermata a 1.110 voti (il 28,35%).

Pieve a Nievole conferma la sindaca uscente Gilda Diolaiuti la quale, alla guida della lista Progressisti e Democratici Uniti per Pieve ha ottenuto 2.634 voti (63,82%). Il suo contendente Mario Suzzi, sostenuto dai partiti del centrodestra, si è invece fermato a 1.493 voti 31,18%).

PROVINCIA DI LUCCA

A StazzemaMaurizio Verona, candidato della lista Impegno per Stazzema, si conferma sindaco di Stazzema. Ha ottenuto il via libera per il terzo mandato consecutivo con 973 voti, pari al 77,16 per cento dei voti staccando Baldino Stagi, candidato sindaco della lista Luce a Stazzema 2024, che ha ricevuto 288 voti, pari al 22,84%. Votanti 1401, schede bianche 44, schede nulle 96. Alla lista Verona vanno 7 seggi (più il sindaco), all’altra 3 seggi.

Molazzana: Andrea Talani, candidato sindaco per la lista "SiAmo Molazzana" è stato confermato sindaco con 562 voti, pari all'89,35 per cento (per lui 7 seggi). Lo sfidante Simone Simonini (Noi Molazzana) ha invece ottenuto 67 voti, pari al 10,65 per cento (3 seggi).

A Minucciano confermato sindaco Nicola Poli con l’89,08%.

A Vagli il sindaco è Mario Puglia, con l’89,75%.

A Careggine vince Lucia Rossi con l’82,29%.

Fabbriche di Vergemoli: in Garfagnana Michele Giannini, sindaco uscente di Fabbriche di Vergemoli presentatosi con la lista "Insieme", è stato confermato sindaco con 280 voti, pari al 56,68 per cento (7 seggi). Lo sfidante Pietro Onesti ("Il Comune per tutti") ha invece raccolto 214 voti, pari al 43,32 per cento (3 seggi).

Vittoria senza rivali, a Villa Collemandina, per il sindaco uscente Francesco Pioli della lista "Tradizione e futuro". Qui, infatti, Pioli si presentava da solo non essendosi candidato nessuno sfidante. Pioli ha così dovuto superare il quorum dei votanti del 40 per cento (soglia richiesta in caso di un unico candidato sindaco in corsa). Allo spoglio ha raccolto 630 voti e si aggiudica tutti e dieci i seggi del consiglio comunale.

Marzia Bassini è il nuovo sindaco di Montecarlo di Lucca. Vicesindaco uscente nella giunta di Federico Carrara (che non si è ricandidato), ha ottenuto il 61,2% dei voti con la sua lista espressione del centrodestra. Lo sfidante, Francesco Capocchi del centrosinistra, si è fermato a 886 voti. I votanti sono stati il 61,1% degli aventi diritto.

Con un arrivo in volata Daniele Gaspari ("Progetto cambiamento") è stato confermato sindaco di Castiglione Garfagnana con 614 voti e il 51,08 per cento dei voti (7 seggi). Lo sfidante Francesco Giuntini (Castiglione nel cuore) si è invece fermato a 588 voti, raccogliendo il 48,92 per cento (3 seggi).

Con 961 voti e il 74,47% Francesco Pifferi Guasparini si è confermato sindaco di Camporgiano in Garfagnana e con la sua lista "Insieme per Camporgiano" si è assicurato i 7 seggi che spettano alla maggioranza. Lo sfidante Moreno Satti Bravi ha invece raccolto 365 voti, pari al 27,53% (tre i seggi per la sua lista "Camporgiano domani").

Con 245 voti e il 63,14% delle preferenze, Moreno Lunardi si conferma sindaco di Fosciandora, in Garfagnana. Alla sua lista "Uniti per Fosciandora" vanno 7 seggi nel nuovo consiglio comunale. Allo sfidante Simone Castelli di "Costituzione per Fosciandora" vanno 143 voti pari al 36,86% (alla sua lista vanno 3 seggi).

Nella corsa a tre per il comune di Gallicano, David Saisi ("Gallicano c'è") si conferma sindaco con 1.395 voti, pari al 61,37% (per la sua lista 8 seggi). Secondo posto per Luca Pedreschi che con 592 voti (pari al 26,04%) conquista 3 seggi nel nuovo consiglio comunale per la sua lista "Viviamo Gallicano". Gaia Pinocci di "Dai voce a Gallicano" si ferma invece a 286 voti pari al 12,58% (1 seggio).

Andrea Bonfanti resta sindaco di Pescaglia. Con la sua lista "Progetto Pescaglia" è stato riconfermato primo cittadino con 1.144 voti pari al 62,82% (la sua lista si aggiudica 8 seggi). Secondo posto per Pietro Tosi di "Prima Pescaglia!" che con i suoi 677 voti non va oltre il 37,18% (per la sua lista 4 seggi).

Giordano Del Chiaro (centrosinistra) è il nuovo sindaco di Capannori. Del Chiaro è stato eletto al primo turno, senza necessità di ballottaggio, distaccando fin da subito Paolo Rontani (centrodestra) e Nicoletta Gini (Capannori popolari). A circa metà scrutinio Del Chiaro era al 62,75% contro il 33% di Rontani e il 4,25% di Gini.

San Romano di Garfagnana: la sindaca uscente Raffaella Mariani, candidata della lista "Uniti per San Romano", si conferma prima cittadina di San Romano grazie ai 609 voti conquistati, pari al 64,79% (per le 7 seggi nel nuovo consiglio comunale). Valerio Mattei di "Comune aperto" si ferma a 331 voti pari al 35,21% (3 seggi).

A Villa Basilica, dopo un arrivo al fotofinish, torna a sedere sulla poltrona di sindaco Giordano Ballini, già in precedenza primo cittadino del comune della Lucchesia anche se nella precedente amministrazione ricopriva il ruolo di vicesindaco. La sua lista "Proposta per il Comune di Villa Basilica" ha conquistato 357 voti pari al 36,10% (e 7 seggi). L'ha spuntata per dieci voti su Andrea Pelosi della lista "Obiettivo Comune"  che si è fermato a 347 voti pari al 35,09% (2 seggi per lui). Si è invece fermata a 285 voti (pari al 28,82%) Camilla Corti, candidata della lista "Futura - Per Camilla Corti sindaca" (1 seggio).

Patrizio Andreuccetti è stato rieletto sindaco del comune di Borgo a Mozzano. Candidato della lista "Ancora insieme", il primo cittadino uscente è stato confermato con 2.341 voti, pari al 61,03% (per la sua lista 8 seggi nel nuovo consiglio comunale). Alle sue spalle si è piazzato Indro Marchi con 1.327 voti, pari al 34,59% che varranno alla sua lista "Sì, cambia" 4 seggi. Nessun seggio invece per Cipriano Paolinelli e la sua lista "Futuro concreto" che ha raccolto 168 voti pari al 4,38%.

La sindaca uscente Caterina Campani con la lista "Viviamo Barga" si conferma prima cittadina di Barga grazie ai 2.438 voti raccolti pari al 44,96% (per la sua lista 8 seggi nel nuovo consiglio comunale). Sconfitti Francesco Finiello di "Progetto Comune" che con 1.780 voti non va oltre il 32,83% (per la sua lista 2 seggi). Due seggi anche per Lucia Morelli e la sua lista "Fare Barga" che raccoglie 1.204 voti pari al 22,21%.

Il sindaco uscente Andrea Tagliasacchi è stato riconfermato sindaco di Castelnuovo Garfagnana con 2.646 voti pari all’80,52% (per la sua lista “Andrea Tagliasacchi sindaco”, 8 seggi). La sfidante Elena Picchetti (“Castelnuovo per tutti”) ha invece raccolto 640 voti, pari al 19,48% (4 seggi).

PROVINCIA DI GROSSETO

L'ufficiosità c'era già dal tardo pomeriggio, ma soltanto poco prima delle 22, con una sezione elettorale comunque ancora da chiudere, è arrivata la certezza: Matteo Buoncristiani è il nuovo sindaco di Follonica, il primo di centrodestra dopo ottanta anni, con oltre il 50 per cento delle preferenze. Ha superato il vicesindaco uscente, Andrea Pecorini (45 per cento), con un vantaggio che è aumentato nel corso dello scrutinio delle schede. I festeggiamenti erano già partiti non appena il dato aveva fornito una certezza di consolidamento

Alessandra Biondi, già sindaca uscente di Civitella Paganico, è stata confermata prima cittadina del Comune al suo terzo mandato. Con 1087 voti e una percentuale del 71,33% con la sua lista Progetto Comune 3.0, Biondi ha avuto la meglio sul rivale Franco Rossi (consigliere comunale d’opposizione e padre del deputato di FdI Fabrizio Rossi) che si è fermato al 28,67% e 437 voti con la sua lista “Per Civitella Paganico”.

Federico Balocchi (coalizione di centrosinistra) è stato rieletto sindaco di Santa Fiora con ben l’86% dei voti. Il resto dei voti, dopo l’esclusione della lista di Jessica Ciaffarafà e che ha reso Balocchi candidato unico, sono schede bianche e nulle. Balocchi si è presentato al suo terzo mandato con la lista "Progetto Santa Fiora" composta da Serena Balducci, Francesco Biondi, Azzurra Radicchi, Monica Fanciulli, Beatrice Forteschi, Andrea Olivi, Claudio Pantaloni, Tommaso Pastorelli, Annibale Raponi, Clito Tattarini.

Clamorosa vittoria del candidato sindaco Armando Schiaffino, che per 5 voti di differenza dal rivale Walter Rossi si riprende all’Isola del Giglio la fascia di primo cittadino, già detenuta negli anni 90. Schiaffino dunque, medico gigliese e da sempre impegnato nella vita politica e amministrativa dell’isola, dopo un clamoroso testa a testa con l’assessore della giunta Ortelli è il nuovo primo cittadino.

Giacomo Termine, sindaco uscente di Monterotondo Marittimo (Grosseto), è stato confermato sindaco: più che un plebiscito, con il 92,72 per cento dei voti (599). Termine, che è anche segretario provinciale del Pd, è al terzo mandato. Si era candidato con la lista “Siamo Monterotondo Marittimo”e Soltanto in 47 (7,28 per cento) hanno votato per il candidato di centrodestra, Ademaro Dei, della lista “Insieme per Monterotondo”.

Daniele Rossi si conferma sindaco di Seggiano. Il candidato del centro sinistra ha sconfitto con 297 voti il candidato espressione della lega Gilberto Alviani (196 voti).

Montieri: anche Nicola Verruzzi è stato confermato sindaco. Il candidato della lista di centrosinistra "Continuiamo a guardare avanti" ha ottenuto.

Jacopo Marini è confermato sindaco di Arcidosso, al suo terzo mandato con la lista “Arcidosso comunità viva” che ha ottenuto il 55,6% pari a 1.079 voti. La sfidante Guendalina Amati della lista “Rinasci Arcidosso” si ferma al 30.36% e 589 voti, mentre il terzo candidato Marcello Bianchini ottiene 272 voti (14,02%). Marini era stato eletto per la prima volta nel 2014 e confermato nel 2019; nel tempo si è affermato come erede spirituale del due volte primo cittadino Emilio Landi e punto di riferimento per il centrosinistra in vetta alla montagna.

Ugo Lotti è il nuovo sindaco di Sorano. Con  817 voti ha prevalso sul sindaco uscente Pierandrea Vanni (648) e Luciano Nucci (456).

Castel del Piano cambia sindaco: gli elettori non hanno confermato l'uscente Michele Bartalini (civica vicina al centrodestra), che si è fermato al 45,8 per cento. Le preferenze (54,2) sono andate a Cinzia Pieraccini (civica vicina al centrosinistra).

Francesco Limatola, sindaco uscente di Roccastrada, è confermato primo cittadino e inaugura così il suo terzo mandato. Limatola ha incassato il 52,34% (2.173 voti) con la sua lista di centrosinistra Limatola sindaco. Non riescono a conquistare la fascia Alessio Caporali della lista Centrodestra per Roccastrada (1630 voti e 39,26%), e Mario Gambassi che si ferma a 349 voti con la percentuale dell’8,41%, sostenuto dalla lista Movimento Cinque Stelle, Rifondazione comunista e Roccastrada progressista. Il rieletto sindaco di Roccastrada resta così anche a capo della Provincia di Grosseto.

Con il 45,57 per cento Irene Marconi (civica di centrosinistra) è la nuova sindaca di Massa Marittima (Grosseto). L'ex assessora della giunta Giuntini ha staccato Paolo Mazzocco (centrodestra - 25 per cento) e Sandro Poli (civica - 20 per cento), mentre Andrea Vinciarelli (civica) ha raccolto poco più del 7 per cento.

Luciano Monaci della lista Abitare Insieme è il nuovo sindaco di Cinigiano con il 55,09% di preferenze e 671 voti. L’altro candidato, Giovanni Lanzini, con la sua lista ‘Fare Cinigiano’ ha raccolto 547 voti con una percentuale del 44,91%.

Nicola Verruzzi è stato confermato sindaco del Comune di Montieri. Il candidato della lista di centrosinistra "Continuiamo a guardare avanti" ha ottenuto 343 voti (65,58 per cento) contro la candidata di centrodestra, Claudia Antinori (180 voti, 34,42 per cento).

Due soli voti di differenza su un altro candidato consentono alla sindaca uscente del Comune di Scarlino di mantenere la fascia. Francesca Travison si conferma prima cittadina e dà il via al suo secondo mandato, dopo aver incassato 806 voti (40%) con la lista “Scarlino può”. Dietro di lei Luca Niccolini di “Scarlino nel cuore” che, in un testa a testa, totalizza 804 voti (39.9%) mentre la terza candidata Monica Faenzi, già sindaca di Castiglione della Pescaia ed ex deputata, raccoglie 405 voti, pari al 20,10%

PROVINCIA DI MASSA CARRARA

A Casola in Lunigiana, eletto il nuovo sindaco, Mattia Leonardi, di "Casola Futura", lista civica di centrodestra con 293 voti, 49,49% (7 seggi); al secondo posto Michele Ottolini di "Il popolo dell'Alta Aulella", 180 voti, 30,41% (2 seggi), terzo posto per Anna Leonardi di "Progetto Casola" con 119 voti pari al 20,10 per cento (1 seggio).

Gianluigi Giannetti, candidato sindaco, resta alla guida della sua Fivizzano. Primo cittadino uscente, è stato riconfermato dagli elettori fivizzanesi con 2.700 voti, ovvero il 64 per cento delle preferenze. E si aggiudica con la sua lista Progetto Comune otto seggi nel nuovo consiglio comunale. La sfidante Monia Leonardi Destinazione Futuro porta a casa invece 1.518 voti, il 36%, e la sua lista si garantisce quattro posti nelle nuove assise pubbliche.

A Filattiera, riconfermata la sindaca uscente Annalisa Folloni, di centrosinistra (area Sinistra civica), alla guida della lista Alternativa per Filattiera, con 578 voti, 39,92%, 7 seggi:; al secondo posto Federico Lucchetti, della lista Filattiera nel cuore, 496 voti, 34,25%, 2 seggi; terzo Giovanni Longinotti, 374 voti, 25,83, 1 seggio.

Antonio Maffei resta alla guida della sua Comano. Primo cittadino uscente, è stato riconfermato dagli elettori con 387 voti, ovvero il 94,8% per cento delle preferenze. E si aggiudica con la sua lista "Insieme per Comano" 7 seggi nel nuovo consiglio comunale. Lo sfidante Fabrizio Grigolini con la lista "Territorio e Rinnovamento" porta a casa invece 21 preferenze, il 5,5% e tre seggi.

Matteo Mastrini resta alla guida della sua Tresana. Primo cittadino uscente, è stato riconfermato dagli elettori con 904 voti, ovvero il 79,51% per cento delle preferenze. E si aggiudica con la sua lista "Tresana nel cuore" 7 seggi nel nuovo consiglio comunale. Lo sfidante Matteo Bartolini  con la lista "Alternativa per Tresana" porta a casa invece 233 preferenze, pari al 20,49%, e tre seggi in consiglio comunale.

A Podenzana, in Lunigiana, vince il candidato del centrosinistra con Riccardo Varese di "Noi siamo Podenzana" che ha raccolto il 79,60%. Arriva secondo  "Centrodestra per Podenza" di Federica Fumanti con l'11,27%. Si ferma invece al 9,12% la lista civica "Montidivalli nel cuore" che candidava Carla Loni.

A Fosdinovo, in Lunigiana, diventa sindaco l'assessore uscente dell’attuale amministrazione di centrosinistra Antonio Moriconi. La sua lista civica "Uniti per Fosdinovo" ha preso il  47,63% dei voti. Fermo al 29,37 il centrodestra di Francesco Fruendi. Prende il 23% Rosa Sardella con "Fare in Comune".

A Licciana Nardi è stato riconfermato il sindaco uscente Renzo Martelloni di centrodestra, alla guida della lista Cambiamo Licciana, con 1.651 voti, 61,04, 8 seggi; lo sfidante Danis Santini, della lista Insieme per Licciana, 1.054 voti, 38,96%, 4 seggi.

PROVINCIA DI AREZZO

A Ortignano Raggiolo il sindaco è Emanuele Ceccarini. A Bucine il sindaco è Paolo Nannini con il 38,41%. A Talla è eletta prima cittadina Eleonora Ducci. A Badia Tedalda eletto Alberto Santucci. Chiusi della Verna: sindaco Giampaolo Tellini. Castiglion Fibocchi: sindaco Marco Ermini. Pieve Santo Stefano: Claudio Marcelli con il 67,72%. A Bibbiena sindaco Filippo VagnoliCastel Focognano: Lorenzo Ricci. A Castelfranco Piandiscò sindaco Michele Rossi.(qui tutti i Comuni della provincia di Arezzo).

PROVINCIA DI SIENA

A Poggibonsi è ballottaggio tra Susanna Cenni e Angela Picardi.

A Castellina in Chianti è sindaco Giuseppe Stiaccini con il 52,60% dei voti. A Chiusdino eletta Luciana Bartaletti con l’88,43%. Radicofani: sindaco Francesco Fabbrizzi. A Montepulciano è sindaco Michele Angiolini del centrosinistra. Vittoria del centrosinistra anche a Sangimignano: sindaco Andrea Marrucci. (qui tutti i Comuni della provincia di Siena)


In aggiornamento

Primo piano
La violenza

Viareggio, tre adolescenti aggrediti e picchiati a colpi di casco vicino a un bagno

di Donatella Francesconi e Roy Lepore