Il Tirreno

Toscana

Cerca lavoro: le offerte in Toscana
Grande distribuzione

Unicoop Tirreno vuole assumere 700 stagionali fino a settembre

di Manolo Morandini

	La sede di Unicoop Tirreno (foto Paolo Barlettani)
La sede di Unicoop Tirreno (foto Paolo Barlettani)

La storia di Giada, 27 anni, assunta a tempo indeterminato dopo due anni da stagionale. Come fare domanda

23 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Due anni come stagionale. Poi il contratto a tempo indeterminato. Giada Bocci, 27 anni, addetta al reparto gastronomia di uno dei supermercati Unicoop Tirreno, è uno dei volti che raccontano il valore dell’opportunità. Lei, come altri dipendenti, ha accettato di fare da testimonial della campagna di ricerca di personale lanciata dalla cooperativa di consumo, fondata nel 1945 a Piombino, una delle sette sotto l’insegna Coop, con circa 500mila soci, 3mila dipendenti e 100 punti vendita tra Toscana, Lazio e Umbria. In tutto sono 700 le persone che si punta ad assumere, con contratti fino a tutto settembre, per prepararsi all’estate.

Ed è un’occasione aperta a tutti e senza limiti d’età, dal giovane neodiplomato alla prima esperienza a chi ha perso il posto e ne cerca un altro. La strategia messa in pista da Unicoop Tirreno è quella della stagione 2023. Ci si affida a una sezione dedicata sul portale web aziendale e a una campagna in tutti i punti vendita. «Parliamo direttamente a chi è alla ricerca di un’opportunità di impiego, seppur a tempo determinato – afferma Luigi Pozzessere, direttore del personale Unicoop Tirreno –. È un invito alle persone che entrano nei supermercati a proporsi. La nostra è una realtà che conta il 95 per cento di addetti a tempo indeterminato, una quota alta rispetto alla media del nostro settore. Nel 2023 grazie a questo reclutamento in chiaro abbiamo contenuto le difficoltà degli anni precedenti e inserito in maniera più rapida il personale stagionale per rafforzare i nostri organici. Tanto per dare due numeri nel 2022 i contratti stagionali sono stati circa 600 a fronte dei 700 dello scorso anno». Si cercano per lo più addetti alle vendite: cassa, allestimento scaffali, banchi serviti, dalla macelleria alla pescheria. Insomma, tutte quelle persone che vediamo in un supermercato. Ed è prevista una formazione d’inserimento.

La domanda si fa direttamente dal portale unicooptirreno.it nella sezione Lavora con noi. L’esperienza da stagionale è il primo passo per l’ingresso stabile nel mondo del lavoro cooperativo. «Da gennaio dello scorso anno ad oggi abbiamo stabilizzato 90 persone, e di queste la quasi totalità aveva avuto una precedente esperienza a tempo determinato con Unicoop Tirreno. Il 75 per cento dei nei assunti sono donne. Del resto, nel nostro personale a tempo indeterminato il 57 per cento sono donne».

La Cooperativa opera in territori con una consistente presenza turistica, in particolare lungo la costa toscana, e quindi con escursioni stagionali altrettanto consistenti nei numeri di chi frequenta i negozi. «Assumiamo con contratto in somministrazione, cioè attraverso le agenzie per il lavoro Manpower, Adecco e Openjobmetis, aggiungendo così alla nostra capacità di ricerca del personale quella di chi questo lo fa di mestiere – dice Pozzessere – . Così abbiamo maggiori possibilità di reclutamento. Un gran numero di contratti sarà di almeno 6 mesi, con un profilo part-time a non meno di 24 ore. Contratti di somministrazione che hanno le stesse caratteristiche e tutele di quelli stipulati direttamente da Unicoop Tirreno che, in aggiunta al contratto nazionale delle Cooperative, con inquadramento al 5° livello, applica un contratto integrativo aziendale con ulteriori vantaggi per i lavoratori. Un esempio su tutti, le maggiorazioni domenicali e festive più alte».l

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino