Il Tirreno

Prato

Verso il voto

Un’altra donna candidata sindaca del Pd: Maria Lucarini a Vernio


	La riunione del direttivo del Pd di Vernio
La riunione del direttivo del Pd di Vernio

Scelta in continuità con la giunta uscente di Morganti che ha rinunciato a ricandidarsi

28 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





VERNIO. Dopo Ilaria Bugetti, candidata a Prato, il Partito democratico ha scelto un’altra donna per tentare di conservare la guida di un Comune. Sarà Maria Lucarini la candidata sindaca del Pd per le elezioni comunali di giugno a Vernio. La proposta, avanzata dal segretario Pd Pierluigi Amerini, è stata approvata all’unanimità dal Direttivo comunale di Vernio nella serata di mercoledì 27 marzo. Lucarini, 39 anni, avvocata civilista, attualmente ricopre l'incarico di assessore al Bilancio, Tributi e Cultura nella giunta guidata da Giovanni Morganti.

«Sono molto soddisfatto della decisione di candidare Maria Lucarini» afferma Marco Biagioni, segretario provinciale del Pd. «Si tratta di una scelta che coniuga rinnovamento e continuità. Maria è una nostra militante e da quasi dieci anni fa parte della giunta di Giovanni Morganti. Ha tutte le carte in regola per fare bene e vincere questa sfida. Un doveroso ringraziamento va al sindaco uscente che in questi anni è riuscito a costruire e ad accompagnare una nuova classe dirigente. E al segretario Amerini che in poco tempo ha portato a conclusione questo importante percorso».

«Per noi – dice Pierluigi Amerini – è stata una decisione naturale e in continuità con l’esperienza dell’amministrazione Morganti. Maria in questi anni da assessora ha fatto cose importanti per la nostra comunità e ha dimostrato grandi capacità di governo. Attorno al suo nome ho registrato da subito un grande entusiasmo, tanto che siamo già al lavoro per costruire il programma di governo e la lista con cui ci presenteremo alle amministrative. Come noto, in questa sfida elettorale non saremo soli: accanto a Maria Lucarini, oltre al Pd, ci saranno anche tante altre forze del campo progressista».

Primo piano
Turismo

Il ponte del 25 aprile? Sulle piste a sciare: «Nevicata eccezionale». Ecco gli impianti aperti in Toscana