Il Tirreno

Pisa

Il fatto

“Allarme bomba”, evacuato il tribunale di Pisa: l’ordigno non è esploso perché la miccia si è spenta – Video

“Allarme bomba”, evacuato il tribunale di Pisa: l’ordigno non è esploso perché la miccia si è spenta – Video

Davanti a un ingresso laterale dell’edificio di piazza della Repubblica sono stati ritrovati una bottiglietta con liquido infiammabile, un petardo e un fornellino da campeggio. L’area è stata transennata. Indaga la Digos

23 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. “Allarme bomba” al tribunale di Pisa dove nella tarda mattinata di giovedì 23 è stata disposta l’evacuazione delle persone che si trovavano all’interno dell’edificio di piazza della Repubblica.

Tutto è scaturito dal ritrovamento a ridosso di una porta laterale del tribunale di una bottiglietta con liquido infiammabile dotata di un petardo con a fianco un fornellino del tipo di quelli usati nei campeggi: da quanto emerge, era stato fabbricato ed azionato perché esplodesse.

Il grosso petardo era stato collocato, come detto, dietro a una bottiglia di plastica piena di liquido infiammabile e un pezzo di carta era stato usato come miccia appiccata da una bomboletta a gas; ma la fiamma si è estinta prima di raggiungere il petardo impedendone così l'esplosione e il successivo incendio del portone. Il tribunale è stato completamente evacuato per l'intervento degli artificieri.

La questura è stata avvisata alle 11.56 da una guardia giurata in servizio al tribunale di piazza della Repubblica: un passante aveva notato accanto ad una porticina laterale del palazzo di giustizia una strana bottiglia. Sul posto si sono precipitate le pattuglie della squadra volanti e della Digos, dove hanno accertato la presenza di una bottiglia in plastica, piena di un liquido presumibilmente incendiario, con una miccia parzialmente già combusta e che per fortuna si era spenta, non fungendo dunque da innesco. Accanto c'era anche una bomboletta di gas tipo campeggio e un grosso petardo. I poliziotti hanno immediatamente applicato i protocolli operativi previsti in questi casi, isolando la zona ed evacuando il tribunale.

Sono stati allertati gli artificieri della polizia di stato di Firenze, che hanno operato in sicurezza con un robot per inertizzare l'ordigno improvvisato.

Nessuna rivendicazione presente sul posto o fatta pervenire. Sono in corso le indagini in corso da parte della Digos della Questura di Pisa. Sono state già acquisiti i filmati delle telecamere di videosorveglianza del Tribunale e di quelle urbane della zona per cercare di identificare gli autori del gesto.

Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto