pisa
cronaca

Morto nello schianto a Camp Darby, destino beffardo: quel camion doveva essere spostato oggi


20 dicembre 2021 Danilo Renzullo


PISA. Sarebbe dovuto entrare in servizio questa mattina il mezzo pesante parcheggiato all'esterno della base militare di Camp Darby incrementando il numero di decine tra camion, ruspe e vari altri macchinari da oltre un anno al lavoro per concretizzare il maxi progetto che porterà alla realizzazione di un nuovo tronco ferroviario per collegare la piccola stazione di Tombolo all'Ammunition Storage Area (Asa) di Camp Darby, l'area della base militare statunitense adibita allo stoccaggio e alla conservazione di ordigni e munizioni, il più grande “magazzino” bellico degli Stati Uniti al di fuori dei confini nazionali. Il mezzo sarebbe entrato questa mattina nella disponibilità della ditta che sta realizzando le opere propedeutiche alla costruzione di un ponte girevole sul Canale dei Navicelli, una delle infrastrutture cardini dell'intero progetto che ha l'obiettivo di traferire su rotaia il traffico di camion e tir che periodicamente attraversano l'Aurelia (provenienti principalmente dal porto di Livorno) per alimentare i depositi dell'enclave a stelle e strisce.

Il piano, che nel 2016 su richiesta del Pentagono ha ricevuto il via libera dal Comipar (la commissione paritetica formata da esponenti del governo americano e di quello italiano), prevede un investimento di quasi 40 milioni di dollari da parte del governo americano. L'appalto è stato vinto dalla Cimolai spa, gruppo industriale di Pordenone specializzato nella realizzazione di grandi opere che ha affidato ad una serie di imprese locali una parte dei lavori. Oltre alla realizzazione di un ponte girevole, fondamentale per permettere ai convogli ferroviari di attraversare il Canale dei Navicelli, il progetto si materializzerà anche nella costruzione di due terminal, uno destinato allo scarico ed eventualmente al carico dei materiali e un secondo necessario all'ispezione dei carichi sospetti, una rete di binari di circa 2,5 chilometri e nell'adeguamento del cosiddetto Tombolo Dock, la banchina adibita alla ricezione e alla spedizione di materiale via mare che sorge lungo una sponda del Canale dei Navicelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.