Il Tirreno

Calcio toscano dilettanti

Il Piombino non si ferma più


	Lunghi spiazza il portiere dal dischetto (foto Paolo Barlettani)
Lunghi spiazza il portiere dal dischetto (foto Paolo Barlettani)

Promozione: un calcio di rigore di Lunghi decide la sfida contro il San Miniato. Quarta vittoria consecutiva, ma Venturi resta cauto: «La strada è ancora lunga»

29 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Quarta vittoria consecutiva per l’Atletico Piombino che con il minimo scarto (1-0) supera nello scontro diretto della terza giornata di ritorno gli avversari del S. Miniato. Al “Magona” a decidere l’incontro è la rete al 10’ della ripresa da Lunghi da dischetto. Primo gol in stagione per l’esterno classe’92 arrivato in estate in nerazzurro.
I punti in palio oggi valevano il doppio: contro il S. Miniato, che alla vigilia della sfida era in parità con Fatticcioni e compagni. Vietati passi falsi e la squadra di casa aveva il compito di sfruttare l’onda di entusiasmo degli ultimi turni, dove con il nuovo tecnico Riccardo Venturi alla guida erano state centrate altrettante vittorie (Armando Picchi, Colli Marittimi, Invicta Sauro) . Detto fatto e la squadra, dopo l’ennesima prova di carattere e sofferenza, è riuscita ad assicurarsi i tre punti che la proiettano per la prima volta da inizio stagione fuori dalla zona playout a quota ventiquattro in nona posizione, con le rivali Atletico Maremma e Invicta Sauro a fare da cuscinetto con la zona rossa occupata da Castiglioncello e S. Miniato, prime a giocarsi gli spareggi salvezza.
«Importante mettere qualche squadra dietro di noi – il commento di mister Riccardo Venturi – abbiamo dato un senso alla nostra classifica che adesso ci sorride, ma guai ad abbassare la guardia e pensare che il peggio sia passato: la strada è ancora lunga».
Nel primo tempo l’Atletico avrebbe la chance di passare in vantaggio su calcio di rigore (atterramento in area di Paini). Dagli undici metri si presenta Lunghi che però si fa ipnotizzare dal portiere. Intervallo sul risultato di 0 a 0.
L’episodio che decide tutto al 10’della ripresa. Il direttore di gara rileva un mani in area ospite e indica per la seconda volta nell’arco della partita il dischetto. Della massima punizione si incarica ancora Lunghi che stavolta non sbaglia.
Atletico Piombino in vantaggio per l’estasi di staff, giocatori e tifosi che stanno intravedendo un periodo idi luce dopo mesi di sofferenza.
Non tarda ad arrivare la pressione avversaria, con il S. Miniato proteso in avanti alla ricerca del gol del pari, ma il fortino nerazzurro resiste e, dopo l’immancabile sofferenza di circa mezzora, la squadra riesce a portare in fondo il risultato vincente. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport