Il Tirreno

Montecatini

Musica

Dalla Valdinievole in gara all’Eurovision, i Piqued Jacks: «Un’opportunità per farci conoscere»

di Lorenzo Mei
Dalla Valdinievole in gara all’Eurovision, i Piqued Jacks: «Un’opportunità per farci conoscere»

Il gruppo di Buggiano vince “Una voce per San Marino” e canterà a Liverpool

28 febbraio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





BUGGIANO. Un trampolino di lancio, più che un traguardo. Così i Piqued Jacks vivono il trionfo di sabato sera nel contest “Una voce per San Marino”, che li proietta alla conquista dell’Europa, visto che vale l’accesso all’Eurovision Song Contest che si terrà a inizio maggio a Liverpool.

Un successo che parte da lontano, perché i ragazzi di Borgo a Buggiano cominciarono a suonare insieme nel 2006 (seppur con una formazione parzialmente diversa), ma che si è consolidato nel tempo, per esempio con la vittoria al Sanremo Rock nel 2019, e che dal 2012 a oggi li ha visti pubblicare quattro album.

Intercettati in auto, mentre tornano a casa dopo la notte di festeggiamenti, preferiscono appunto vedere questa vittoria come un punto di partenza e non come l'apice del loro percorso. «Diciamo che rappresenta un’opportunità – spiega Tommaso Oliveri, il batterista, nome d’arte Holy Hargot - che finora non avevamo avuto e che speriamo ci permetta di far sentire in giro quello che possiamo fare e anche quello che abbiamo già fatto, di cui magari non si è parlato così tanto». La soddisfazione naturalmente è stata grande: «Una serata bellissima –raccontano il bassista Francesco littleladie Bini e il cantante Andrea E-king Lazzeretti – sembra incredibile ma è tutto vero. Alla fine è andata molto bene, ma non era facile, perché la sfida era agguerrita con tanti artisti forti». Nel 2022 a San Marino vinse nientemeno che Achille Lauro, performer di cui poi si è parlato molto: «Fu una vittoria di spessore, andare all’Eurovision sulla sua scia sarà una belle responsabilità, perché come tutti sappiamo è anche molto scenografico, quindi sarà divertente cercare di fare anche noi qualcosa che ci faccia notare».

A questo proposito, a un certo punto della trasmissione di sabato alle spalle di uno dei conduttori si è visto un musicista nudo che si stava cambiando, con tanto di intervento riparatorio della regia, e i Piqued Jacks svelano il mistero: «Ma sì, era Francesco, non lo avete riconosciuto?». Poi però ammettono: «No, purtroppo non eravamo noi, sarebbe stato bello, ma se si tratta di vederci suonare nudi siamo sempre pronti». Tra l’altro domenica mattina l’esito della gara condotta da Al Bano per qualche ora si è tinto di giallo perché su alcuni siti (e ci è cascato anche qualche grande quotidiano) si era diffusa una fake news secondo la quale pur avendo vinto il contest, la band di Buggiano non sarebbe andata all’Eurovision per alcune discrepanze nel voto: «Per fortuna la mattina stavamo dormendo e quindi abbiamo saputo tutto quando la bufala era già stata smentita, ma si vede che è bastato un giorno – scherza il chitarrista Marco Majic-o Sgaramella – e abbiamo già gli hater».

Il lancio dell’ultimo album “Syncronizer” risale al 2021 (e mai termine fu più adatto visto che venne suonato live sulla pista dell’aeroporto di Capannori dopo che il gruppo si era buttato con il paracadute), e ci sono «alcune ricette già pronte per andare in pentola», però la concentrazione ora è lavorare sul singolo che porteranno all’Eurovision, probabilmente proprio “Like an animal” con cui hanno sbancato San Marino.


 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco