Il Tirreno

Montecatini

giustizia amministrativa 

Contributi per Estate Regina il Tar annulla l’assegnazione

Massimo Donati
Contributi per Estate Regina il Tar annulla l’assegnazione

I giudici hanno accolto il ricorso presentato dall’associazione “Il Parnaso” che per l’edizione 2019 del suo Opera Festival aveva avuto solo 16mila euro

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. Per rispettare il principale requisito del bando, quegli appuntamenti musicali avrebbero dovuto coprire un arco temporale di almeno sei mesi. Ma anche considerando l’appendice settembrina del festival “Oci Ciornie”, non era stato così: Estate Regina, quell’anno, era andata avanti dall’inizio di giugno alla metà luglio. Per questo il Tribunale amministrativo regionale ha annullato la determina con cui, a fine 2018, il Comune di Montecatini aveva assegnato un contributo di 23.313 euro all’associazione culturale “Cantiere musicale di Toscana”, nell’ambito del bando con cui la giunta municipale, aveva deliberato di stanziare 40mila euro a sostegno di progetti nel campo musicale “che testimonino l’antico legame della città con l’arte, la cultura e il benessere e che colleghino la tradizione della grande musica di Montecatini Terme, valorizzando il patrimonio storico artistico del territorio e in particolare la grande tradizione lirica”.

Il Tar della Toscana ha accolto il ricorso presentato dall’unica altra associazione che aveva partecipato per ottenere contributi per le proprie iniziative, l’associazione culturale “Il Parnaso”, che aveva ottenuto – dopo averne chiesti 35mila – 16.687 euro per la 20ª edizione del “Montecatini opera festival”, con appuntamenti che si erano protratti per circa sette mesi. Una cifra assai minore di quella richiesta in quanto la maggior parte dei 40mila euro stanziati dal Comune erano stati attribuiti all’altra associazione, proporzionalmente al punteggio poi attribuito alle due richiedenti dalla commissione che aveva valutato i progetti: 95 su 100 alla prima classificate e 68 su 100 alla seconda.

Nella loro sentenza, i giudici del Tar spiegano che la domanda presentata dall’associazione culturale “Cantiere musicale di Toscana” non avrebbe potuto essere ammessa alla selezione, in quanto in violazione dell’articolo 3 dell’avviso pubblico, laddove prevede che “non saranno ammesse domande per contributi ordinari che non prevedano una programmazione per lo meno semestrale”. —

Massimo Donati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni