Il Tirreno

Calabro: «Contro il Perugia domani non sarà una finale»

di Luca Santoni
Coppolaro e Illanes chiudono su un avversario
Coppolaro e Illanes chiudono su un avversario

«Una vittoria sarebbe un mattone importante ma non definitivo»

27 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CARRARA. Quella contro il Perugia sarà una tappa importante per conquistare il terzo posto, ma non sarà una finale. In sintesi, è questo il pensiero di mister Antonio Calabro in vista dello scontro diretto con i grifoni. Sicuramente la Carrarese (61 punti) domani è attesa ad un banco d'esame da non fallire, con un Perugia (59) che si presenterà allo stadio dei Marmi per fare risultato pieno. Insomma, si affronteranno due squadre intenzionate a prevalere l'una sull'altra. «Per quanto ci riguarda – spiega il tecnico – vogliamo consolidare il terzo posto e continuare ad essere la miglior terza di tutti i gironi. Fare la corsa solo sul Perugia, sarebbe riduttivo, perché dobbiamo e vogliamo essere anche la miglior terza di tutta la Serie C. Sono tante le motivazioni che ci spingono a mettere in campo una prestazione importante».

Si affronteranno due squadre con moduli speculari. «Quando si incontrano moduli a “specchio” - riprende Calabro - se si rimane sulla posizione, molto viene deciso dai duelli individuali uno contro uno. Il sistema di gioco però è solo un punto di riferimento, poi segue l'evoluzione infinita sull'occupazione degli spazi: cosa che facciamo bene noi, così come il Perugia». Se quella contro i grifoni sarà una “finale”, decisiva per il terzo posto, mister Calabro risponde: «No, assolutamente. Una nostra vittoria, metterebbe un mattone importante, ma non definitivo. Non sarà una finale. Il morale della squadra? Stiamo bene. A livello di intensità ci siamo potuti allenare poco, perché abbiamo giocato pochi giorni fa, ma anche perché la temperatura e la pioggia non ci permettono di fare un doppio allenamento, previsto per oggi (ieri per chi legge ndc). Il campo risulta pesante e mettere carichi sulle gambe dei giocatori non è ideale. A parte questo, vedo bene la squadra. Ci siamo comportati bene anche a Ferrara. Abbiamo affrontato una Spal importante e in salute. Abbiamo ricevuto complimenti da parte di tutti, per la personalità che abbiamo espresso in campo».

Resta infortunato Schiavi. Morosini e Giannetti hanno ripreso ad allenarsi. Illanes tornerà a disposizione dalla squalifica. La gara sarà diretta da Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola, assistito da Roberto D'Ascanio di Roma 2 e Andrea Maria Masciale di Molfetta. Quarto uomo, Adam Collier di Gallarate. Ci sarà la diretta di RaiSport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Turismo

Il ponte del 25 aprile? Sulle piste a sciare: «Nevicata eccezionale». Ecco gli impianti aperti in Toscana