Il Tirreno

eccellenza 

Massese, con il Camaiore è proibito sbagliare

Alessandro Tabarrani

Il pareggio rimediato a Santa Croce sull’Arno ha lasciato l’amaro in bocca. Battistoni: ora però voltiamo subito pagina

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Alessandro Tabarrani

MASSA. «Se avessimo vinto tre o quattro a zero non ci sarebbe stato nulla da dire».

Il laterale destro della Massese, Stefano Battistoni, è tornato ad analizzare il pareggio ottenuto dai bianconeri domenica scorsa a Santa Croce sull’Arno.

Una bella Massese infatti è stata beffata nel finale dopo aver gettato al vento una quantità industriale di occasioni, per questo il rammarico resta. Quello di punti preziosi lasciati per strada in una stagione super corta

«Il rammarico c’è - ha spiegato Battistoni -, perché abbiamo avuto tantissime occasioni che non abbiamo sfruttato e purtroppo, come spesso nel calcio accade, abbiamo subìto il pareggio nell’unica occasione avuta dalla Cuoipelli, peraltro senza particolari errori visto che la rete è arrivata in una mischia in area. Davvero difficile analizzare una partita del genere, io stesso sono rimasto senza parole e ho avuto anche difficoltà ad addormentarmi domenica sera».

«Insomma, è stata una giornata storta – continua – D’altro canto, sono situazioni che succedono in tutte le categorie, anche in serie A. Comunque la squadra ha dimostrato di esserci e ora pensiamo al Camaiore visto che non dobbiamo piangerci addosso perché il campionato è breve e siamo comunque con le prime visto che non c’è una squadra a punteggio pieno. Quindi se domenica faremo un risultato positivo saremo anche più tranquilli dimenticandoci di questi due punti persi con la Cuoiopelli».

In queste due prime giornate, i giovanotti di Matteo Gassani hanno dimostrato di essere già in una buona condizione fisica.

«Certo - ha aggiunto il laterale bianconero -, siamo preparati anche perché il mister ci fa lavorare molto sotto questo aspetto e siamo molto preparati. Personalmente devo dire che dal punto di vista fisico sto molto bene».

In un campionato così breve e, per certi versi, anomalo, per agguantare la serie D conterà molto anche l’aspetto mentale.

«Per vincere il campionato ci vuole prima di tutto la testa - ha concluso Battistoni -, per questo bisogna rimanere sempre molto concentrati in ogni partita».

Domenica dunque la Massese avrà l’opportunità di dimenticare subito il pareggio di Santa Croce sull’Arno; l’importante adesso è ritrovare cinismo negli ultimi metri. Con il Camaiore si dovrà sbagliare il meno possibile.





Primo piano
Lo schianto

Morto a 32 anni in Autostrada a Carrara: chi era Samuel e le prime ipotesi sulla tragedia