Il Tirreno

Servizi

Massa, tutti ora vogliono il passaporto. E la Questura apre anche la domenica

Massa, tutti ora vogliono il passaporto. E la Questura apre anche la domenica

L’ufficio sarà operativo il 5 marzo dalle 9 alle 12: ecco cosa occorre

26 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Dopo il successo del battesimo dell’iniziativa, la Questura riapre in via straordinaria lo sportello dell’Ufficio passaporti domenica 5 marzo 2023.

Si tratta di una scelta per andare incontro alla crescente richiesta di rilascio del passaporto che si registra in tutta Italia: è il cosiddetto Effetto Brexit che ha nuovamente imposto il possesso del documento di espatrio, anziché della carta d’identità, per approdare in Gran Bretagna e nei paesi del Commonwhealt unito (ovviamente) al ritorno della voglia di viaggiare dopo gli anni della pandemia da Covid. Da qui, le aperture straordinarie per evitare che si dilatino i tempi di attesa del cittadino.

La Questura di Massa Carrara – in adesione all’iniziativa nazionale promossa dalla polizia di Stato – ha deciso di riservare nuovamente una giornata a tutti coloro che non abbiano potuto prenotare l’appuntamento online e abbiano in programma un viaggio all’estero. Domenica 5 marzo dunque lo sportello sarà aperto ai cittadini della Provincia dalle 9 alle 12.

La Questura ricorda anche qual è la documentazione necessaria al rilascio del passaporto: originale e fotocopia fronte-retro del documento di identità in corso di validità; due foto formato tessera, identiche e recenti che rispettino le condizioni Icao previste per il rilascio del passaporto elettronico (ripresa frontale, ovale del viso ben visibile, sfondo bianco) ; contributo amministrativo per passaporto di 73, 50 euro da acquistare in una rivendita di valori; bollettino postale eseguito dal richiedente del passaporto (anche se minore) dell’avvenuto versamento di 42, 50 euro sul conto corrente n. 67422808 intestato a Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento del tesoro con causale: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”, (i bollettini precompilati si trovano negli uffici postali) ; il cittadino dovrà restituire il precedente passaporto. Per i minori che hanno compiuto 12 anni sarà necessaria l’acquisizione delle impronte digitali e dalla firma.
 

Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri