Il Tirreno

Lucca

Basket

Gesam ko, ma quanti rimpianti

di Alessandro Petrini
Gesam ko, ma quanti rimpianti

La sconfitta delle biancorosse matura nel primo tempo, con solo 18 punti all’attivo. Morrison rimette nel mirino Geas, ma alla fine le ragazze di Andreoli si arrendono

27 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Serata dai tre volti per la Gesam Gas, che per oltre due quarti subisce troppo dalla Geas finendo sotto anche di 16 lunghezze (22-38), poi reagisce e sembra aver trovato la quadratura grazie alla pressione difensiva e alle iniziative di Morrison che a tratti è stata imprendibile, poi non riesce a fare l’ultimo scalino e cede negli ultimi minuti.

Certo a fine gara rimane il rammarico per non essere riusciti a interpretare meglio i primi due quarti, chiusi con la miseria di 18 punti segnati e schiacciati dallo strapotere delle lombarde nel pitturato, guidate da una Moore straripante che ha chiuso con 20 punti e 12 rimbalzi, e con Holmes chirurgica dall’arco per mettere definitivamente in archivio l’incontro.

Difficile fare un confronto con la netta sconfitta di una settimana fa a Venezia, ma tra le due partite rimane il comune denominatore dell’aver subito tantissimo a rimbalzo. Stavolta la Geas vince il confronto 48-30, evidenziando i limiti delle biancorosse con Moore che ha largheggiato per tutto l’incontro e Trucco che a tratti nel secondo quarto ha fatto quello che ha voluto. Soprattutto il divario non può essere imputato esclusivamente ai problemi alla mano di Miccoli, che comunque in difesa è stata fondamentale per piazzare il break del terzo quarto.

Dopo una prima metà di gara giocata in evidente sottotono, coach Andreoli prova le contromosse scegliendo di non far più entrare in campo Parmesani e lanciando Frustaci nel quintetto del terzo periodo. Poi allarga le rotazioni per capire quale possa essere la combinazione ideale.

Sul 22-38 dopo 4 minuti dalla ripresa è Morrison a suonare la carica con una tripla seguita da un gioco da tre punti di Miccoli. Moore risponde da sotto ma Morrison mette ancora altri tre punti per il 31-40 che riaccende le speranze. La Geas si affida a Moore ma l’ultimo quarto si apre con un parziale di 9-0 per le biancorosse condotto da un quintetto atipico con Frustaci, Morrison, Bocchetti, Gilli e Treffers.

È una tripla di Gilli a confezionare il 50-52 a oltre 6 minuti dalla fine che riapre totalmente la serata. La reazione passa per le iniziative di Holmes e Panzera ma ora si segna con il contagocce e Gilli trova il canestro del 52-55. La partita è ancora aperta ma a chiuderla pensa Holmes con una tripla dall’angolo che pesa come un macigno perché le lucchesi da lì in poi faticano a segnare lasciando i due punti alla Geas.


 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco