Il Tirreno

Lucca

Toscana salute
Sanità

Lucca, l’oculista Fausto Trivella va in pensione: «Qui sono cresciuto molto, anche a livello umano»


	Il dottor Fausto Trivella
Il dottor Fausto Trivella

Ultimo giorno di lavoro per il direttore di Oculistica conosciuto in particolare per la sua attività su patologie oculari, chirurgia dell’orbita palpebrale e delle vie lacrimali

02 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA. Ultimo giorno di lavoro in ospedale per Fausto Trivella, dal 2009 direttore della struttura di Oculistica di Lucca e conosciuto a livello nazionale e non solo in particolare per la sua attività su patologie oculari, chirurgia dell’orbita palpebrale e delle vie lacrimali. Da ieri è in pensione.

La direzione dell’Azienda Usl Toscana nord ovest e quella del presidio ospedaliero di Lucca lo ringraziano per l’impegno profuso in questi anni in una funzione rilevante, lavorando con competenza, impegno e umanità e coordinando lo sviluppo di un gruppo di lavoro competente e professionale.

Al dottor Trivella vanno anche la gratitudine e il ringraziamento di tutte le colleghe e di tutti i colleghi, molti dei quali lo hanno salutato con affetto nel corso di un simpatico evento conviviale sabato 28 giugno all’ospedale “San Luca” di Lucca, mettendo in evidenza la sua competenza e le sue qualità umane: un grande professionista e una grande persona, sempre disponibile con tutti, pazienti e operatori sanitari.

Anche Trivella ha ringraziato i presenti e tutti coloro che sono stati importanti per la sua “vita di medico” cominciata a Careggi. Ha detto di essere cresciuto molto, negli anni a Lucca, «anche dal punto di vista umano», e di augurarsi che la struttura che ha diretto a partire dal 2009 mantenga anche in futuro il livello molto alto raggiunto, grazie all’impegno di tutta la squadra.

Laureatosi in Medicina e chirurgia all’Università di Pisa nel 1984, si è specializzato in Oftalmologia nello stesso Ateneo. È stato poi Fellowship per la Chirurgia plastica orbito palpebrale e delle vie lacrimali al Foch Hospital di Parigi sotto la direzione del professor Tessier e della dottoressa Krastinova. Nel corso degli anni, ha collaborato con l’unità operativa di Neurochirurgia dell’ospedale Careggi di Firenze, con l’unità operativa di Neurochirurgia pediatrica dell’ospedale Meyer di Firenze e con l’unità operativa di Chirurgia plastica e maxillo-facciale dell’Università di Firenze. È stato inoltre consulente nell’ambito della struttura di Malattie infettive dell’ospedale Careggi, nonché responsabile del servizio di Chirurgia plastica orbito-palpebrale e delle vie lacrimali nell’unità operativa di Ottica fisiopatologia di Firenze e di quella di Chirurgia oftalmica all’ospedale di Pisa.

Da evidenziare inoltre il suo impegno umanitario, in molte missioni anche all’estero, l’ultima delle quali proprio poche settimane fa. Al dottor Trivella, insieme al ringraziamento per l’attività svolta, anche l’augurio di tanta serenità per gli anni a venire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Venerdì nero
La scheda

Crash informatico, cosa c’è dietro al caos che ha mandato in tilt aeroporti, banche e media di tutto il mondo: il problema, i tempi e l’esperto