Il Tirreno

Lucca

Intervento dei carabinieri

Borgo a Mozzano, non dà tregua alla ex: arrestato

Borgo a Mozzano, non dà tregua alla ex: arrestato

L’uomo non ha rispettarto più volte il divieto di avvicinamento e ha danneggiato pure auto e casa della donna

12 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





BORGO A MOZZANO. I carabinieri di Borgo a Mozzano hanno arrestato e messo ai domiciliari un  35enne  residente in zona con l’accusa di aver violato il divieto di avvicinamento nei confronti della ex fidanzata, di Castelnuovo, con la quale da mesi aveva interrotto la relazione. Secondo l’accusa da allor non aveva smesso di mettere in atto comportamenti vessatori e persecutori, tanto che l’iniziale ammonimento del questore -rivelatosi stavolta inefficace- era stato sostituito dal provvedimento cautelare divieto di avvicinamento dai luoghi abitualmente frequentati dalla donna, emesso dopo le ulteriori denunce della vittima e gli accertamenti eseguiti dai carabinieri. Ma a fronte di un ulteriore e grave episodio avvenuto domenica scorsa, durante il quale l’uomo avrebbe disatteso anche tale provvedimento, portandosi sotto casa della ex e provocando perfino danni alla sua auto e all’abitazione, i carabinieri di Borgo a Mozzano, preso atto degli esiti del primo intervento dei colleghi di Castelnuovo intervenuti nell’immediatezza, hanno segnalato l’ennesima violazione alla Procura di Lucca che a firma del gip ha emesso un provvedimento di arresto con custodia domiciliare. L’uomo dovrà rispondere, oltre che dei reati contro la persona, anche di danneggiamento aggravato.

Le ultime
Il lutto

È morta l’”immensamente Giulia” delle Vibrazioni, il ricordo commovente di Sarcina: «Ora più che mai sei lucente armonia»

Ciao Franchino