Il Tirreno

Lucca

Sanità

A Lucca e Castelnuovo arrivano le nuove Tac contro le attese

A Lucca e Castelnuovo arrivano le nuove Tac contro le attese

Gli apparecchi di ultima generazione installati negli ospedali: sono più accurate e consentono di dimezzare la quantità di radiazione somministrata

21 settembre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





LUCCA Si è conclusa la prima tranche di installazione delle nuove Tac di ultima generazione, che ha riguardato gli ospedali di Lucca e Castelnuovo Garfagnana, oltre a quelli Livorno, Portoferraio, Pontremoli e Fivizzano, mentre sono in arrivo altre quattro macchine per Pontedera, Volterra, Versilia e Carrara. Un investimento importante che supera i cinque milioni di euro e che interessa anche altre attrezzature radiologiche innovative come gli ecografi multifunzionali.

Sei di queste apparecchiature sono già state installate, alcune sono già in funzione, altre lo saranno nei prossimi giorni. «Questa nuova dotazione tecnologica – sottolinea il direttore del dipartimento delle diagnostiche, Sabino Cozza – ci permetterà di alzare il livello qualitativo delle indagini diagnostiche e di minimizzare i periodi di fermo macchina e interruzioni del flusso operativo che frequentemente si verificano nell’impiego intensivo di macchinari obsoleti, a tutto vantaggio dei cittadini. Inoltre, tutte le apparecchiature già installate o in via di installazione che potenzieranno il settore diagnostico di quasi tutti gli ospedali dell’Asl Toscana nord ovest, fanno eccezione quei presidi in cui le apparecchiature in uso sono recenti, oltre ad essere dotate di nuovi software che facilitano e rendono più accurato il processo diagnostico, sono dotate di sistemi che consentono il dimezzamento della dose radiante somministrata ai pazienti in ogni singolo esame. Questo è un grande vantaggio soprattutto per i pazienti che a causa di gravi patologie sono costretti a sottoporsi periodicamente e con frequenza ai controlli Tac».

Per riassumere: nell’abito territoriale di Massa Carrara sono già funzionati le nuove Tac a Pontremoli e Fivizzano e prossimamente verrà istallata anche al Monoblocco di Carrara.

Nell’ambito territoriale di Lucca, le nuove Tac sono già state installate al San Luca e a Castelnuovo Garfagnana.

All’ospedale di Livorno e a Portoferraio le nuove Tac sono già attive.

Pontedera e Volterra rientrano, come il Versilia e il monoblocco di Carrara, nella seconda tranche di fornitura. Infine, un terzo ordine, finanziato dal Pnrr, riguarderà l’ammodernamento dei pronto soccorso di Lucca e di Livorno e il potenziamento delle radiologie del Versilia e di Livorno.

«Si tratta di un grande avanzamento tecnologico – conclude il dottor Sabino Cozza – che ci permetterà di velocizzare gli esami e aumentare la qualità delle prestazioni, nonché la sicurezza del paziente».l
 

Primo piano
L’incidente sul lavoro

Massa Marittima, operaio muore in un cantiere edile dopo un volo di dieci metri: chi è la vittima