Il Tirreno

Livorno

Lutto

Capraia piange la sua Mayra: «Addio bimba dolcissima»

di Claudia Guarino
Capraia piange la sua Mayra: «Addio bimba dolcissima»

La piccola, adottata dall’isola, soffriva di una malattia

10 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CAPRAIA. I suoi grandi occhi castani e il suo sorriso dolce avevano conquistato tutti, sull’isola. Parte della sua famiglia, del resto, lavora in Capraia da anni e lei era stata adottata a tutti gli effetti dai capraiesi. Che, adesso, mostrano il loro grande cuore lanciando una raccolta fondi per aiutare i genitori, che si trovano in Romania, a organizzare il funerale.

La malattia

Perché la piccola Mayra Bulancia è morta nella mattinata di giovedì all’ospedale di Bucarest. A quanto sembra aveva contratto un virus e il suo sistema immunitario, già provato da un’altra malattia, non ha retto. Aveva appena quattro anni e lascia un vuoto enorme nei cuori dei suoi genitori, dei suoi nonni, degli zii e del fratellino. Così come in quelli dei suoi amichetti e dei tanti capraiesi che le volevano bene.

La vita in Capraia

La piccola Mayra era originaria della Romania, ma parte della sua famiglia lavorava in un’azienda agricola di Capraia da tempo. La mamma stessa, qualche volta, veniva sull’isola per la stagione stiva accompagnata proprio dalla figlia. E tutti si ricordano di quella bambina bruna, allegra e sorridente. In Capraia, del resto, aveva partecipato a diversi centri estivi, in tanti avevano trascorso del tempo con lei e le volevano bene.

La raccolta fondi

E dopo aver saputo la notizia della sua morte, i capraiesi hanno deciso di fare qualcosa per dare una mano ai genitori. Si sono quindi organizzati e hanno creato una raccolta fondi che è ancora consultabile sul sito di paypal. La raccolta è «in ricordo della dolcissima Mayra. Aiutiamo la famiglia per organizzare il suo ultimo saluto. Per far sentire il nostro sostegno e il nostro affetto».

«Ciao piccolo angelo»

E ieri pomeriggio erano già stati raccolti 5.600 euro. Cioè 1.600 euro in più di quanto prefissato. E c’è anche chi ha lasciato un messaggio: «Ciao piccolo angelo», oppure «un abbraccio forte e condoglianze alla famiglia». I familiari di Mayra, nel giorno del dolore più grande, ringraziano i capraiesi «per il supporto che ci hanno dato. Grazie davvero».


 

Primo piano
La ricostruzione

Femminicidio a Barga, uccisa all'ultimo appuntamento: il coltello di Rambo, la separazione e quella volta che la casa bruciò

di Luca Tronchetti
Le nostre iniziative