Il Tirreno

Livorno

Ora proviamo a lavorare a casa nostra

Ora proviamo a lavorare a casa nostra

30 dicembre 2021
1 MINUTI DI LETTURA





Giacomo Bosio ha 38 anni, è cresciuto tra via Mastacchi e Montenero, ha studiato al classico e si è laureato in informatica a Pisa. Non chiedetegli se ha fatto sport perché vi risponderà che è stato un «nerdissimo». Il suo sport è l’informatica. E in questo è come se avesse vinto un derby di serie A. Con la piombinese Nicoletta Bruno ha infatti fondato a Milano Hedron. Si occupa di «design digitale»: «Progettiamo le esperienze digitali, dai siti web agli applicativi mobile fino ai sistemi conversazionali». La società ha anche collaborato con Samsung per Bixby, l’assistente vocale. «Da quando c’è il covid – racconta – siamo tornati a Livorno, perché chiusi sì, ma sul mare si sta meglio. E ora ci siamo detti: in 40 anni abbiamo sempre lavorato fuori, perché non iniziare a lavorare qui? Perché non creare una community, un coworking? A Livorno non manca niente, ci daremo da fare per riportare qui un po’ di attività».

Primo piano
Aiuti

Assegno per il nucleo familiare, scatta la rivalutazione: ecco a chi spetta e gli importi

di Leonardo Monselesan