livorno
cronaca

Livorno, Nogarin dà l’indietro tutta su ospedale e Luogo Pio

Conferenza stampa del nuovo sindaco su un tavolo di plastica in mezzo a piazza XX. «La vera sinistra la facciamo noi con i fatti». La telefonata di Grillo e la promessa: «Qui per governare, partendo dal lavoro». Ma prende tempo: «Mi sento come un gatto nella centrifuga»FOTO Festa 5 Stelle - Consiglio comunale - La "presa" del municipio - Gli sconfitti - Nogarin privatoI VIDEO Il commento a caldo del sindaco - Parlano gli sconfitti - L'incontro tra Ruggeri e NogarinGUARDA ANCHE Reazioni - Grillo: "Mi devi 50 euro" - La vittoria - Video: 30' col candidato Nogarin


09 giugno 2014 Juna Goti


NOGARIN2-E_WEB


LIVORNO. Niente scrivania nel palazzo o nella sede di un partito. Filippo Nogarin, l’ingegnere aerospaziale di 44 anni che da ieri è sindaco di Livorno con il Movimento 5 Stelle, prende in mano il banchino e trasferisce tutti, giornalisti e attivisti, nel centro di piazza XX Settembre. «Dentro fa troppo caldo e poi iniziamo subito a riprenderci le piazze». La mattinata da sindaco è iniziata, scherza, «con una colazione da sindaco». Poi la telefonata del papà («sono orgoglioso di te») e del leader nazionale Beppe Grillo: «È stato simpaticissimo - racconta Nogarin - mi ha detto che voleva i 50 euro», lasciando intravedere una scommessa tra i due. «Si è congratulato - aggiunge - è felice per il risultato importante di Livorno».

"NOI PIU' A SINISTRA DEL PD". Nogarin davanti ai giornalisti parte subito in quarta: «Ha perso un Pd autoreferienzale e abbiamo vinto noi con l’aiuto di tante altre forze con le quali terremo un dialogo aperto. Se mi ha chiamato il presidente Enrico Rossi? Lui di solito parla con Marco Ruggeri (lo sfidante pd sconfitto, ndr)». «La sinistra è bene che faccia la sinistra - aggiunge - con i fatti concreti e non solo a parole». «Abbiamo dimostrato di essere molto più di sinistra rispetto al Pd, non con le parole ma con i fatti». «Ne vedrete delle belle perché mostreremo alla città quello che da troppi anni non è stato mostrato e che è stato chiuso dentro il Comune».

LEGGI ANCHE: Il segretario Pd di Livorno dà le dimissioni

"STOP AI PROGETTI FOLLI". Il ciclone Nogarin annuncia subito un «indietro tutta» sul nuovo ospedale a Montenero. Dice che è «una follia». E le penali da pagare per tornare indietro? «Valuteremo insieme ai livornesi». L’indirizzo è comunque di investire sull’attuale struttura e di non costruire a Montenero. Stesso rullo compressore sui palazzi in piazza del Luogo Pio, operazione molto discussa nel cuore della Venezia. «La cooperativa - dice riferendosi a Consabit - vanta diritti avendo ritirato le concessioni edilizie, ma dovrà confrontarsi con la cittadinanza. Violentare la Venezia è un’operazione che ricade sul Pd e sulla vecchia amministrazione. Anche questa è una follia che cercheremo di fermare».

A chi gli chiede di entrare nel dettaglio e di spiegare come farà la sua amministrazione a tornare indietro su queste partite risponde con una battuta: «In questo momento sono un gatto nella centrifuga. Dateci il tempo di entrare in Comune e di vedere tutti gli atti».

"PRIMO: IL LAVORO". Quale sarà la prima cosa che farà da sindaco? «L’urgenza è il lavoro, Livorno ha un tasso di disoccupazione molto rispetto alla media toscana. Primo obiettivo è far ripartire l’occupazione. So che tutti lo dicono, non sarà facile, ci faremo aiutare dai nostri parlamentari e cercheremo fondi europei».

"IN COMUNE ECCELLENZE INESPRESSE". Insieme a questo, una rivoluzione della macchina amministrativa: «La struttura - dice - ha al suo interno grandi professionalità. Cercheremo di dare loro modo di esprimersi. E cercheremo di capire perché queste eccellenze in molti casi non sono riuscite a farsi valere». Primo tassello sarà proprio la sostituzione del segretario generale...

"MI TAGLIO LO STIPENDIO". Intanto, ripete che: «Sarò un sindaco a tempo determinato. Poi tornerò al mio lavoro». E che «deciderò una riduzione simbolica della mia indennità, nell’ottica di quelle spending review che riguarderà anche i vertici delle società partecipate».

VIDEO: LA REAZIONE DEGLI ATTIVISTI M5S

NOGARIN2-C_WEB

 

LA DIRETTA MULTIMEDIALE

 

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.